Sonia Rykiel

Mirco Andrea Zerini
7 marzo 2016

Sulle passerelle parigine è il turno della collezione autunno-inverno 2016/2017 firmata Sonia Rykiel, pensata per una donna dall’allure vagamente retrò, ma ugualmente femminile ed elegante.
Capi raffinati e ricercati hanno invaso la passerella: ci sono i tailleur in Principe di Galles, le gonne midi in pelle portate insieme a casacche con maxi fiocchi, robe-manteau e longdress rigati, abiti e completi in denim, minidress trasparenti e sensuali, abiti longuette con effetto rete e completi giacca-pantalone dal taglio maschile ricoperti di paillettes scintillanti.
Elemento caratterizzante della collezione è decisamente la pelliccia, che compare come dettaglio su abiti, sulla maglieria sottile, su blazer e sui capispalla – esplorati in tutte le loro forme e tipologie –, creando volumi insoliti e mixati.
La palette è variegata e brillante: i classici nero, bianco e blu navy non mancano mai, ma questa volta compaiono anche il burgundy, il senape, il blu elettrico e il rosso; qua e là spuntano macro e micro paillettes che garantiscono effetti di luce, applicazioni decor e ricami, talvolta in tonalità metalliche come l’oro e l’argento.
Le silhouette sono ora segnate, ora rese volutamente meno evidenti, per una sensualità non volgare ma in molte uscite esibita in maniera esplicita: abiti nude look in pizzo scoprono il corpo femminile, mettendone in evidenza anche il seno.
Gli accessori contribuiscono a completare i look: pochette in pitone, maxi bag in mongolia, marsupi con borchie e, tra le calzature, stivali al ginocchio e mary jane arricchite da inserti in pelliccia.
Una collezione per una donna aristocratica che ricorda a tratti una zarina russa, forse per le stampe, forse per i vistosi colbacchi in pelliccia o forse per la serietà e l’austerità degli sguardi in passerella.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10