Sonia Rykiel

Ottavia Pomini
4 marzo 2017

Ribelle, anticonformista e dallo spirito libero: è la donna descritta da Julie de Libran per Sonia Rykiel nella collezione autunno-inverno 2017/2018, presentata sulle passerelle della Fashion Week di Parigi.

La stilista francese ha scelto la libera espressione artistica per trasmettere il forte messaggio femminista, che sin dagli albori caratterizza il brand. La linea, infatti, rende omaggio alla figura dall’audace scultrice parigina Niki de Saint Phalle, nata proprio lo stesso anno di madame Rykiel, svelando un guardaroba eclettico, caratterizzato da stampe arlecchino e da una vivace palette di colori che richiama i toni delle sue opere.

In passerella abiti piumati trasformano le modelle in uccelli del paradiso, rappresentando insieme a decori in cristallo e pellicce finte una donna dalla femminilità delicata e semplice. Mise più scultoree dalle maniche scolpite sono alternate ad abiti gypsy dalla silhouette morbida e confortevole. Ricompaiono le righe, tratto distintivo della Maison, addolcite dalla monocromia del nero, su blazer, maglioni e pantaloni pijama, che, indossati con giacche di montone, fondono texture dalle diverse pesantezze. A completare i look, stivali e slippers flat decorati trasmettono un senso di libertà e leggerezza, mentre l’iconica borsa Le Copain viene riproposta patchwork e con decori di piume.

Julie de Libran è riuscita a far rivivere lo spirito creativo e fuori dagli schemi di madame Rykiel in questa collezione, utilizzando l’arte per affermare l’importanza del potere espressivo femminile nella società moderna.