Suitsupply

Jennifer Courson Guerra
11 luglio 2016

Alla presentazione Suitsupply, i modelli arrivano a bordo di biciclette vintage, offrendo uno spettacolo da cartolina d’altri tempi. Perché è ad altri tempi che si ispira la collezione, in particolare ai tardi anni Venti, quando in Germania nacque il Bauhaus. I principi sono gli stessi: minimalismo, funzionalità, versatilità, senza dimenticare il piacere estetico.

Grande protagonista il lino, utilizzato negli abiti ma anche negli accessori, come i grandi borsoni e le cravatte. Le linee sono tradizionali, pulite, senza tempo. La palette si mantiene neutra: accanto all’intramontabile beige, ecco un tocco di taupe, di grigio, di navy.

L’uomo Suitsupply ha un’eleganza discreta, moderna, fatta di piccoli dettagli, come le stampe geometriche sulle cravatte e sulle pochette.

In un continuo gioco di sovrapposizioni, la collezione è sofistica ma contemporanea, raffinata ma dinamica. Così, appena conclusa la presentazione, i modelli sono di nuovo saliti in sella alle loro bici per sfrecciare nelle vie di New York.

  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016
  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016
  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016
  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016
  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016
  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016
  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016
  • 8
  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016
  • Suitsupply, Menswear Spring 2017, New York, July 11 2016