Supima

Martina D'Amelio
10 settembre 2015

Sulla passerella di Supima sfila la moda da sera che verrà, creata da 7 giovani designer che anche quest’anno gareggiano nell’ambito della New York Fashion Week per vincere la Supima Design Competition.
Il fashion show ha visto succedersi le creazioni di Karen Dang, proveniente dalla Academy of Art University, Leetal Plat del Fashion Institute of Design and Merchandising, Nnamdi Agum dal Fashion Institute of Technology, Page Meacham della Kent State University, Lauren Nahigian del Pratt Institute Brooklyn Fashion+Design Accelerator, Julie Han dal Rhode Island School of Design e Kate McKenna del Savannah College of Art and Design.
Tra i dettagli ricorrenti della moda presentata sul catwalk dai 7 laureati, tutti di età compresa tra i 22 e i 29 anni, trasparenze light e fantasie geometriche, punte di giallo e sfumature di rosa che spaziano dall’antico al lilla e al viola, per abiti da sera realizzati con i tessuti d’eccellenza Supima. L’eleganza per la primavera-estate 2016 nell’immaginario dei nuovi talenti è in lungo, giocata sul taglio a sirena e sull’utilizzo inusuale di applicazioni (rouches di tessuto che sembrano fiori, frange luccicanti che adornano i fianchi, reti di maglia).
Archiviati i tentativi da red carpet, a essere premiata è stata la semplicità della collezione di Kate McKenna, 24 anni, ispirata ai vodoo di Haiti e ai grafismi tribali dell’Africa, riletti in chiave contemporanea con un sapiente uso delle tonalità, dall’azzurro all’indigo.

  • 1-supima
  • 3-Supima
  • 4-Supima
  • 5-Supima
  • 6-Supima
  • 7-Supima
  • 8-Supima
  • 9-Supima
  • 10-Supima