Tibi

Mirco Andrea Zerini
12 settembre 2015

Ispirata dai suoi viaggi a Miami e Malibu, la designer Amy Smilovic ha presentato sulle passerelle newyorkesi la nuova donna firmata Tibi, in un mix di vestibilità comode, tessuti leggeri e tonalità tenui.
In passerella tutta la freschezza tipica dell’estate, garantita da jumpsuits dai volumi ampi e morbidi, longdress senza maniche che segnano la silhouette, gonne asimmetriche abbinate a top con spalline sottilissime e pantaloni, al ginocchio o alla caviglia, estremamente comodi e portati con gilet ton sur ton o semplici t-shirt, comode e versatili. Per  le serate più fresche tornano i bomber, declinati anche in tonalitàvitaminiche, e gli spolverini che diventano per l’occasione oversize.
Una palette di colori che s’intensifica gradualmente, quasi fosse un climax: da un’ouverture dominata da optical white, beige e rosa cipria, a tonalità più decise e a volte cangianti, fino all’eleganza di nero, blu navy e burgundy per il finale. Dettagli e lavorazioni non eccedono con i virtuosismi, fatta eccezione per le paillettes che compaiono prepotentemente a coprire pantaloni o abiti, che diventano scintillanti e portabili anche la sera. I tessuti sono pensati per la bella stagione ed assecondano il bisogno di combattere la calura: cotone, lino e seta lucida.
Gli accessori sono quasi assenti, se non fosse per le calzature: sandali a listini che più lasciano il piede scoperto meglio è!

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10