Tillman Lauterbach

Valentina Nuzzi
29 giugno 2013

lauterbach_006

“Architecture vivante” è il nome ed il filo conduttore della collezione presentata a Parigi da Tillman Lauterbach per la prossima Primavera/Estate, e la location allestita per il défilé lo conferma ad alta voce. In uno spazio post-industriale nel cuore pulsante del Marais, sfilano sotto i raggi del sole (e dei riflettori) creazioni a metà strada tra il côté divertito e fantasioso dell’art déco e la rigorosa funzionalità del Bauhaus. I toni riprendono non a caso quelli del cemento e della terra. Una raffinata poetica della forma e della destrutturazione evidente anche nei nomi attribuiti ad alcuni capi della collezione: Basquiat, Picasso e Bacon. La fusione arte & moda colpisce ancora, o forse non ha mai smesso di farlo.

Valentina Nuzzi

Pagine: 1 2 3 4 5