Tod’s

Luca Antonio Dondi
26 febbraio 2016

La sfilata di Tod’s è in grado di sorprenderci ancor prima di entrare: ad accogliere gli ospiti, infatti, si trova un’installazione dell’artista Vanessa Beecroft, già artefice dello show al Madison Square Garden per Yeezy Season 3: Karlie Kloss giace distesa su un tavolo in un completo in pelle marrone cucitole addosso, ad evidenziare l’incredibile manodopera che sta dietro alla collezione, circondata da un gruppo di modelle stanti e quasi immobili.

Poi prende il via la sfilata e la passerella diventa un susseguirsi di capi iconici, che mettono in risalto la qualità artigianale e sartoriale che da sempre è legata al brand italiano. Ecco alternarsi, dunque, bikers, trench, bomber e blazers, in cui si fa protagonista un ricamo tridimensionale in pelle dai colori frizzanti a contrasto con i toni del nero, burgundy, crema e camel dei capispalla. Lo stesso motivo del ricamo, inoltre, è riproposto sui completi, sulle gonne in pelle, sulla maglieria e sugli abiti.

Anche gli accessori, infine, seguono a ruota il mood della collezione: le borse Wave e Double T, gli ankle boot, le slippers e l’intramontabile Gommino, le cinture morbide con charms in pelliccia, nappe e catene bijoux. Per un Tod’s che sdogana e stravolge i canoni classici dell’eleganza formale e punta tutto sui trend giovanili per creare collezioni sempre nuove e frizzanti, mantenendo, però, quel savoir faire artigianale che ne valorizza appieno il Made in Italy.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10