Tom Ford

Luca Antonio Dondi
13 luglio 2015

Rinuncia alla stravaganza e ritorno all’ordine: questi – probabilmente – gli imperativi dietro alla collezione uomo primavera-estate 2016 di Tom Ford presentata a New York. La sfilata si apre con una serie di completi a tre pezzi di straordinaria eleganza, dettati da un preciso rigore formale che quasi ci trasporta in un universo d’altri tempi in cui dandy e aristocratici la facevano da padrona: gessato nero, principe di Galles, tonalità grigio perla e carta da zucchero caratterizzano questi look classici abbinati rigorosamente a camicie, cravatte e accessori. Nella sfera del casual vediamo, invece, chiari riferimenti alla cultura pop americana degli anni Ottanta, in cui il biker di pelle o il bomber scamosciato erano di gran moda insieme a pullover in cashmere a collo alto. I pantaloni sono a vita alta e mantengono un certo livello di eleganza, prima di arrivare agli intramontabili jeans tanto cari al designer: classici blue jeans, denim slavato o total white incorniciano outfit casual per la vita cittadina di tutti i giorni. Non poteva, infine, mancare lo smoking per accendere le serate più glam: qui la giacca si stacca dagli altri componenti e assume una valenza forte creando effetti optical e giochi di luce. Una collezione che punta sulla tradizione, lo charme del classico intramontabile per un uomo che si fa portavoce dello stile Tom Ford.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10