Tommy Hilfiger

Martina D'Amelio
14 settembre 2015

Ispirazione reggae per la sfilata di Tommy Hilfiger, che a New York celebra la vita da spiaggia con una collezione colorata d’impronta caraibica.
Le cosiddette Island vibes sono protagoniste, a partire dalla passerella, che ricorda quelle che portano dritte al mare e si snoda attorno a una piscina, ma l’atmosfera decisamente free è creata dalle modelle e dagli abiti: treccina arcobaleno nei capelli, micro bikini all’uncinetto, maxi abiti floreali lunghi fino ai piedi, sembrano provenire da un’assolata spiaggia della Giamaica o da una baia di Saint Barths.
Musiche reggae accompagnano dress in maglia multicolor dal sapore etno-chic, abbinati a vistose collane fatte di pietre e nappine, cappelli da pescatore millerighe e bag in cuoio con inserti fantasia. Sahariane ricoperte di fiori, micro crop-top e ampi pants completano il look rilassato dell’estate che verrà. Le tonalità sono quelle care alla cultura rasta, il verde, il giallo e il rosso su tutte, con qualche tocco gentile di rosa cipria e azzurro polvere. Accanto al mood prettamente da vacanza, Hilfiger esplora il filone sempre caro dello streetwear, che sembra avere già il suo must-have: il Lion bomber in seta ricamata, che presenta un leone sul retro e si prospetta come il must-have della collezione, insieme a patchwork slip-on e micro dress in pelle a righe colorate, come a voler sottolineare che l’estate è soprattutto uno stato d’animo, che può essere sfoggiato anche per le vie della city.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14