Advertisement

Topman Design

Ottavia Pomini
6 gennaio 2017

Ad aprire il sipario della London Fashion Week Men’s, Topman Design: per la collezione autunno-inverno 2017/2018, il marchio britannico ci trasporta direttamente nella rave culture londinese degli anni ‘90, trasformando la location della sfilata – il celebre deparment store Selfridges, nel cuore di Londra – in un vero e proprio party dall’atmosfera underground. La collezione vuole raccontare, attraverso capi dai colori fluorescenti, stampe psichedeliche e mood grunge, la sfrenata vita notturna e anarchica dei giovani raver.

I modelli sfilano tra colonne di cemento e statue in metallo, perfetto pendant di piercing e orecchini, pellami lucidi e capi dalle tonalità fluo dalle vibrazioni punk. Le silhouette sono scomposte: i maglioni oversize si fanno scintillanti, gli ampi cappotti sono a scacchi neri e rosa; spiccano poi felpe in nylon, trench in PVC e sneakers high-tech dai colori neon. Track pants trapuntati vengono abbinati a giacche bomber arancioni e rosa e a maglioni in mohair decorati da anelli argentati. L’esuberanza dei colori e delle decorazioni viene smorzata da eleganti look workwear, dalle nuances più sobrie e dai materiali più classici.

Capo must-have, l’iconica giacca Barbour, in edizione limitata, decorata sul retro da alcune citazioni del poeta scozzese Robert Montgomery.

Una collezione divertente, giovane e fresca, che conferma ancora una volta l’incredibile successo di Topman Design tra i giovani millennials.