Uma Wang

Vittorio Francesco Orso Ferrari
23 settembre 2016

“Desertica” è forse l’aggettivo più adatto per descrivere la nuova collezione primavera-estate 2017 di Uma Wang, presentata alla Milano Fashion Week.
Interamente giocata sui toni caldi e naturali dell’arida terra africana – marrone, ocra, sabbia, oro, nero, bianco panna – la linea è movimentata da stampe che riprendono alcune fotografie scattate dalla stessa stilista in quei luoghi, righe e giochi geometrici.
Non esistono mezze misure: tutte le modelle vestono esclusivamente longdress ai piedi o larghi pantaloni in grado di nascondere i sandali.
Queste nomadi venute dal Sahara prediligono l’oversize, fil rouge dell’intera collezione: ampi vestiti, camicie che diventano caftani, giacche leggere e svolazzanti, tailleur destrutturati e resi morbidi da tessuti delicati aleggiano impalpabili in passerella.
Completano lo show caste trasparenze ed effetti vedo-non vedo sotto larghi spacchi invisibili. Inserti e contrasti di colori e tessuti animano i larghi abiti, attenuando l’effetto mimetico. Una collezione che guarda al Sahara.

  • 10-uma
  • 1-uma
  • 2-uma
  • 3-uma
  • 4-uma
  • 5-uma
  • 6-uma
  • 7-uma
  • 8-uma
  • 9-uma