Valentino

Luca Antonio Dondi
24 giugno 2015

Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli inaugurano la settimana della moda parigina con una collezione sensazionale ricca di nuovi spunti e con rimandi alle icone dell’universo Valentino. Una collezione che si ispira a diverse culture sparse per il globo e da ognuna riesce a estrapolare il meglio per trasformarlo, infine, in un capolavoro sartoriale. Dall’America compaiono bomber in stile baseball, dragoni cinesi contaminano cappotti e capispalla, bikers e borchie rimandano alla cultura pop inglese, stampe hawaiane con palme e ananas si stagliano su t-shirt e camicie, simboli e geometrie azteche cospargono cappotti e pullover, espadrillas spagnoleggianti si confermano le calzature must-have anche per la prossima estate. In aggiunta, ritornano in questa collezione numerosi ricami floreali e faunistici, l’ormai iconica stampa butterfly e l’intramontabile camouflage in diverse colorazioni e nuance. Fa la sua comparsa anche il denim: jeans, giubbotti, camicie e blazer creano un gioco di contrasti che talvolta si fondono in un unico patchwork. Outfit formali si alternano a mise più pratiche e sportive senza mai, però, tralasciare la raffinatezza e il rigore nelle linee e nelle forme. Un melting pot di culture, stampe, tessuti e stili diversi che però fanno capo a un’unica grande regola: la semplicità – raffinata e delicata – tipica dello stile Valentino.

  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016
  • Valentino Men's RTW Spring 2016