Versace

Luca Antonio Dondi
24 febbraio 2017

“Questa collezione parla del potere delle donne e delle donne che sanno usare il proprio potere. È un appello all’unità, alla forza che viene dall’ottimismo e dalla speranza”. È quanto ha dichiarato Donatella Versace in merito alla collezione autunno-inverno 2017/2018 per Versace.

Una riscoperta della femminilità attraverso i suoi valori piuttosto che le sue forme. I completi maschili, come simbolo di potere, sono indossati con nonchalance, così come le gonne sottoveste in tulle vengono mostrate con fierezza e le gambe scoperte ormai non sono più fonte di pregiudizio. La donna Versace è forte, fiera, audace: a dimostrarlo le tinte acide che contaminano il nero degli slip dress, delle gonne plissé, dei pullover stratificati, dei crop top e delle pellicce intarsiate. Piumini e bomber jacket con montone fluo, cappotti dalle spalle pronunciate, rouches, fiori e incrostazioni di paillettes per i minidress della sera ribadiscano l’eterogeneità e il dinamismo della collezione.

Ma a coronare il tutto ci sono i messaggi e gli slogan ricamati su beanie, t-shirt, pullover e gonne: EQUALITY, LOVE, COURAGE, STRENGHT, UNITY sono i valori imprescindibili ai quali aggrapparsi nei momenti di difficoltà e da tenere sempre ben presente quando ci si sente oppressi e violati. Donatella Versace urla al mondo queste pillole di speranza nel contesto di una collezione che, ancora una volta, mette in chiaro il ruolo centrale e di potere assunto dalla donna in età contemporanea.