Victoria Beckham

Luca Antonio Dondi
14 febbraio 2016

Una ventata di novità fatta di colori, stampe e tagli asimmetrici movimentano la collezione autunno-inverno di Victoria Beckham, ammortizzando quel formalismo e minimalismo che hanno reso celebri le creazioni della designer.

Protagonista il bustier, usato in abiti da giorno e top che marcano la silhouette slanciando la figura. Semplici fasce di tessuto, sorretto da esili spalline o accorpato a gonne asimmetriche e tagliate a vivo e pantaloni morbidi: i corsetti caratterizzano la passerella dell’ex Spice Girl. A sostegno di questi, si alternano gonne midi dal volume ampio o pencil skirt, bluse, pullover a collo alto o scollatura a barca, cappotti lunghi – talvolta oversize – con tagli al vivo.

A fare la differenza sono i tessuti e le stampe: Principe di Galles con dettagli cromatici a contrasto, jacquard con pattern che spaziano dall’arancione al verde salvia, righe multistrato sui toni del rosso, bianco e marrone, stampa check black & white su camicie dal taglio maschile. Gli accessori, invece, si riducono all’essenziale: borse a spalla portate a mano come pochette, flats e stivali dalla punta pronunciata.

Un guardaroba diverso dal solito, fuori dagli schemi della Victoria Beckham che conosciamo, ma che comunque rispecchia i canoni del brand e ne porta avanti, abilmente, i principi fondati sulla modernità, l’eleganza e la sobrietà.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10