Victoria Beckham

Luca Antonio Dondi
11 settembre 2016

È quasi futuristica la primavera-estate 2017 proposta da Victoria Beckham. Non mancano, però, accenni retrò e quell’allure minimal ed estremamente pulita, nei tagli così come nei volumi, tanto cara alla stilista.

Silhouette morbide accarezzano il corpo delle modelle scivolando appena sotto il ginocchio: è il caso delle gonne plissettate e dei tubini midi che si alternano ai pantaloni a sigaretta abbinati a blazer e reggiseno in tinta – reminiscenza degli anni Novanta -, ai top con maniche ampie e agli abiti-kimono. A dare movimento alla collezione sono i materiali: ciniglia, raso e seta sembrano prendere vita sul catwalk con il loro gioco di sfumature brillanti e riflessi, tali da rendere il bianco, il glicine, il blu royal, l’arancio e il turchese quasi tonalità fluorescenti. Accanto ad essi compaiono su top e gonne stampe floreali bicromatiche, mentre le righe diventano un pattern naturale sugli abiti in maglia a coste.

La Beckham condisce il tutto con stivali da cavallerizza ampi, flat shoes dal sapore orientale, maxi tote bags e pseudo secchielli. Niente orpelli o accessori superflui, tutto è lasciato all’essenzialità delle forme, regolate dalla matericità stessa dei tessuti in cui il colore rimane l’unico vezzo.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9