Viktor & Rolf

staff
8 luglio 2015

In una location suggestiva, il Palais de Tokyo di Parigi, ha sfilato il duo olandese Viktor & Rolf che ha proposto una collezione Haute Couture che strizza l’occhio all’arte e alla creatività, dando vita ad una performance degna delle più rinomate gallerie.
Le modelle indossano minidress e bluse in denim coperte da vere e proprie tele da dipingere che diventano gonne, capispalla o abiti suggestivi ed estremamente innovativi. Da un incipit neutro in cui domina l’optical white, si giunge poi a tele incorniciate, arricchite da soggetti barocchi ed elementi di arte classica.
Capi strutturati e destrutturati, finiti e non finiti, da appendere al muro e ammirare proprio come quadri, creati ed aggiustati direttamente sul catwalk dai due abili designers, protagonisti indiscussi delle sfilata, che hanno mostrato al pubblico di sapersi muovere su un terreno che è loro congeniale.
La palette è limitata e oltre al blue denim, al bianco e all’avorio, compaiono schizzi di vernice colorata e note d’ oro per ricreare il pregio delle cornici.
Una collezione inconsueta, ma che ha saputo garantire un equilibrio tra due mondi vicini e lontani, l’arte e la moda ed è riuscita a liberarsi dalle costrizioni rigide del pret-à-porter per lasciarsi trasportare dalla libertà che caratterizza l’Haute Couture.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06