Vionnet

Mirco Andrea Zerini
26 febbraio 2014

01

Sulle passerella della PFW è la volta del marchio di couture francese Vionnet, ora nelle mani della miliardaria kazaka Goga Ashkenazi che riprende quel pizzico di eccentricità che era proprio della fondatrice Madeleine Vionnet.
Due sono gli elementi che caratterizzano la collezione: i tulipani, che fioriscono su tessuti di feltro e compaiono su abiti e bustini, e le plissettature per abiti sia lunghi sia corti; giochi di sovrapposizioni, che sembrano simulare lo sbocciare dei fiori, pantaloni ampi e morbidi e cappotti con texture diverse.
Una donna femminile, che osa però indossare tessuti prettamente maschili come il gessato, che irrigidisce la morbidezza del plissè.
Un catwalk che gioca quindi sui contrasti e propone una palette di colori che non ha mezze misure: o i classici bianco, nero e grigio, oppure note sgargianti di verde lime o di azzurro.

Mirco A. Zerini

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9