Vivienne Westwood

Alberto Corrado
1 marzo 2014

01

Andreas Kronthaler, marito e designer di Vivienne Westwood, racconta la collezione Gold Label Autunno/Inverno 2014-2015 come un mix d’ispirazioni: da un lato gli abiti in crinolina di Charles Frederick Worth, visti al Victoria & Albert Museum di Londra, dall’altro i ricordi di un viaggio fatto dalla coppia in Perù. Da qui l’aspetto tribale, mutuato dalle popolazioni indigene.
Colli decorati e molto alti, attenzione rivolta alle spalle – semi scoperte alcune, dai volumi abbondanti altre –, vesti lunghissime e tulle ingombrante, principesco, a ricordare la foschia mattutina. Gonne a matita, pantaloni ampi, maglie aderenti, abiti fluidi mossi da ruches o sovrapposizioni. Ed un finale con evening dress ad A.
Non mancano poi i riferimenti alla Madre Terra, con cui la coppia mantiene un forte legame.
L’altra parte dell’ispirazione deriva dalla tribù peruviana Ashaninka. La foresta è al centro dell’interesse pubblico, è la casa nel significato più intenso di accoglienza e comunità. Sono state così introdotte le decorazioni tipiche di quel luogo, nelle stampe degli abiti, unite al verde militare come simbolo di lotta per l’ambiente.

Alberto Corrado

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9