Z Zegna

staff
18 gennaio 2011


Un nuovo concetto di maschilità si esprime attraverso invenzioni ispirate alle arti visive contemporanee per la collezione Z Zegna: una nuova silhouette maschile slanciata e dal piglio autoritario, in un calcolato gioco di sovrapposizioni fra capospalla dalla linea decostruita e altri molto boxy, accostati a pantaloni ampi sul fianco e asciugati in fondo.
Gli immancabili virtuosismi sartoriali caratteristici del marchio confermano l’eccellenza dei tessuti esaltati da interventi di agugliatura digitale, dalla quale hanno origine tessuti dalle grafiche digitalizzate, come i damier di lana shetland doppiati in cashmere, incroci di pelle e flanella di cashmere, maglie fatte a mano con inseriti motivi in feltro cashmere-su-cashmere. L’effetto di agugliatura digitale sui capi in pelle è sorprendente, perché disegno e volumi sono definiti esclusivamente dall’imbottitura in neoprene con un inatteso risultato di leggerezza ed essenzialità.
Nascono così i due capi icona della stagione: le “Futuristic Jacket”, in panno o in pelle foderata in flanella, imbottite in neoprene e sigillate al laser senza l’intervento di cuciture, che aboliscono anche bottoni e cerniere per il più pratico velcro, e le innovative “Needle Punch Knit”.

Leonora Cassata