News

Shopping da ricordare: Woolrich apre a Milano

Martina D'Amelio
13 novembre 2017

Un’inedita esperienza di shopping è alla base del nuovo flagship Woolrich, che ha appena aperto i battenti in corso Venezia 3 a Milano.

Un investimento da 1,3 milioni di euro per 700 metri quadrati, precedentemente occupati da Prada, che porta la shopping experience su un piano tutto nuovo: non un semplice negozio, ma uno spazio contraddistinto da un concept innovativo che promette di accompagnare il cliente non solo nella scelta di capi e accessori, ma nell’intero mondo Woolrich.

Un risultato raggiunto grazie a diverse aree tematiche: l’ingresso introduce i clienti alla storia del brand fondato nel 1831 in Pennsylvania, raccontando come in un museo l’attività dei Mill dove ancora oggi vengono prodotte le lane e presentando i capi che hanno fatto la storia del marchio, per poi passare a un’area dedicata alle linee femminili (che coprono il 55% del fatturato), maschili e kids, fino alla sezione home con le famose coperte, lo spazio dedicato alla personalizzazione con stemmi e ricami, l’angolo capsule (il brand ha lanciato recentemente una limited edition con New Balance) e all’ambito outdoor (Woolrich ha da poco venduto una quota di minoranza a Goldwin Inc., azienda di Tokyo specializzata nell’abbigliamento tecnico sportivo: le prime creazioni con il nuovo partner arriveranno con l’inverno 2018/2019).

Progettato dall’architetto giapponese Masamichi Katayama di Wonderwall in collaborazione con il direttore creativo di Woolrich International Andrea Cané, il flagship è arredato in stile moderno e minimal, contraddistinto da colori chiari e materiali come legno e metallo. Maxi schermi sui quali vengono trasmesse le immagini delle sfilate del marchio, colonne in cemento e pareti di vetro movimentano gli ambienti.

Tra le esperienze create ad hoc da Woolrich che coinvolgeranno maggiormente il pubblico si annoverano aree di coworking e intrattenimento, un caffè firmato dal bolognese Terzi con postazioni dove ricaricare il cellulare e la “extreme weather condition room”, una stanza a -20 gradi con tanto di neve dove tutti possono testare la qualità dei famosi parka, per poi rilassarsi “al caldo” in un’area “serra”, un vero e proprio giardino con piante incluse by Green Fingers.

Lo store di Milano, il primo a essere realizzato con questo concept esclusivo, sarà seguito da 4 nuove aperture sulla stessa linea a New York, Londra, Parigi e Tokyo, che andranno ad affiancarsi ai 34 negozi già esistenti. Per uno shopping esperienziale in puro stile Woolrich, tutto da ricordare. Gli obiettivi della label? Una crescita media del 12% ogni anno, fino al 2020 per raggiungere i 300 milioni di dollari. E la quotazione in Borsa sembra non essere mai stata così vicina.

 


Potrebbe interessarti anche