News

Silk Mix: ascoltare la seta si può… grazie a Hermès

Martina D'Amelio
22 novembre 2017

Entrare in un negozio di vinili, lasciarsi ispirare dalla copertina e perdersi nelle sue note… ma se al posto dei nomi delle band, ci fossero le fantasie iconiche di cravatte e carrè firmate Hermès?

Acoltare la seta: è questa l’idea della Maison francese, che a Roma inaugura Silk Mix, un temporary store dove sarà possibile vivere un’esperienza unica che lega l’universo della seta uomo al mondo della musica. La speciale boutique di via Condotti 67 permetterà a tutti i visitatori di scegliere il proprio accessorio silk preferito attraverso degli LP speciali, dove si stagliano disegni e fantasie in colori sgargianti che rimandano agli iconici motivi del marchio, ai quali è stato associato un brano a sorpresa.

Dischi da ascoltare (e indossare): nella boutique effimera si troverà un’ampia selezione di carré, cravatte e sciarpe per lui, alcuni appesi alle pareti, altri ordinati in scomparti tra cui curiosare – una pratica comune tra gli amanti dei vinili a 33 giri. 225 modelli e 53 motivi per i carré: ad ogni “disco” è abbinato un pezzo della colonna sonora delle sfilate degli ultimi otto anni. 125 modelli e 25 motivi per le cravatte: ad ogni “cassetta” corrisponde un brano uscito nel 2017. Ospitati in uno spazio di 120 metri quadrati trasformato per l’occasione dallo studio di architettura Park Associati, con pareti rivestite in gomma piuma come in una sala di registrazione.

Un luogo di ascolto insolito nato da una passione – quella per la musica – che accomuna la “band” di artisti di casa Hermès: Véronique Nichanian, direttore artistico dell’universo maschile, Christophe Goineau, creatvie director della seta maschile e Thierry Planelle, che firma da quindici anni le colonne sonore dei defilé prêt-à-porter uomo.

Silk Mix animerà il temporary store Hermès di Roma dal 2 dicembre 2017 al 31 gennaio 2018. Dopo l’esordio in Italia e a Madrid, farà tappa a Seoul e in altre città.
Un tour mondiale sulle note della seta: non resta che partecipare. E lasciarsi guidare nella scelta del proprio nuovo carrè – proprio come nella scelta di un disco.


Potrebbe interessarti anche