It Girls

Simply me, in her shoes

Carolina Molossi
29 gennaio 2014

02

Per il mio primo post non posso che partire presentandomi: mi chiamo Carolina, ho 22 anni, vivo a Milano e sono appassionatamente curiosa. Il mio viaggio inizia qui, dall’essere un’osservatrice. Dal guardarmi intorno, ovunque. Dallo scrutare i gesti, gli occhi degli altri, e – quando sono abbastanza fortunata – i sentimenti. Dall’esplorare con curiosità e stupore le cose, per poi talvolta cambiarle e manipolarle grazie alla mia fantasia. Investigare i dettagli, allargarli, trasformarli, distorcerli. Cercare bellezza, fare stretching con la testa.

Processed with VSCOcam

Per assecondare questo mio bisogno mi sono iscritta alla facoltà di Filosofia, grazie alla quale amo perdermi in menti celestiali, ricercare le radici del mondo, scavare nella realtà. C’era una sola cosa che mi mancava: il “fare”, l’esprimere visivamente tutto quel pensiero creativo.

Processed with VSCOcam with p5 preset

Questa necessità mi ha portata a frequentare un corso di un anno alla Central Saint Martins, università di cui mi ero innamorata frequentando dei corsi estivi e che continuo ad amare per l’incredibile creatività che si respira varcandone la soglia. A molti viene difficile capire come questi due mondi apparentemente così diversi, la filosofia e la moda, si possano unire in una combinazione perfetta per me. È ciò di cui sono fatta e non sarei la stessa persona se nella mia formazione mancasse una delle due.

04

Amo la fotografia, leggere, il design in ogni sua forma, provare qualcosa per la prima volta, la musica (tutta!), scoprire una canzone che mi piace dalla prima nota, il cinema, viaggiare, meravigliarmi, aprire l’armadio e decidere di essere un po’ diversa ogni giorno.

Processed with VSCOcam with x1 preset

Ma ciò che amo di più al mondo è proprio condividere quello che amo. Una canzone non è la stessa se non posso farla scoprire a qualcuno che l’amerà quanto me, così come un libro se non posso regalarlo o un film se non posso riviverlo parlandone con la mia migliore amica. Per questo, per condividere le mie passioni, ho aperto un blog: il mio personalissimo “photographic wonderwall”, www.meinhershoes.com.

07

Il titolo è in onore di mia mamma, musa ispiratrice della mia passione per la moda. Ancora gattonavo e già provavo le sue scarpe alte, vizio che non ho mai perso. Me in Her Shoes è un diario fatto di immagini più che di parole, perché nonostante le ami moltissimo ho sempre trovato più facile esprimermi con una foto, un disegno, un colore o un tessuto.
Ecco, diventando anche io una delle “Italian Girls” di Luuk Magazine spero di riuscire a trasmettere anche a voi tutto questo, il mio mondo disordinato fatto di filosofia, fotografia e moda.

Carolina Molossi

Come sostenere il Pane Quotidiano:
Su tutti i modelli per la dichiarazione dei redditi (Modello Unico, 730, CUD ecc.) compare un riquadro appositamente creato per la destinazione del 5 per mille.
Nel riquadro sono presentate tre aree di destinazione del 5 per mille. Scegli quella dedicata al “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale” (la prima in alto a sinistra).
È sufficiente la tua firma e il numero del Codice fiscale 80144330158 e la quota della tua imposta sul reddito sarà devoluta a sostegno delle attività del Pane Quotidiano.