OCCH-IO: l’unicità di ognuno di noi

Annalaura Di Luggo
16 settembre 2015

IMG_3624

Fin dalla mia laurea in economia, ho intrapreso percorsi professionali e scelte personali in ambiti ogni volta diversi. Da 20 anni lavoro nella nautica, sono Presidente di 3xte onlus e grazie alla mia società Annydi, che promuove e commercializza opere d’arte da me create, attualmente sto portando avanti 3 progetti: “A light for hope”, linea di lampade nata per supportare progetti benefici; “OCCH-IO” (EYE-I), progetto performativo-fotografico per cogliere e restituire in forma “amplificata” un aspetto peculiare dell’identità, che appartiene ad ognuno, “l’occhio”, con una evidenza sulla parola IO per evocare quella singolarità di cui è portatore ciascun individuo; e infine “VIVINTOCORE”, un viaggio alla ricerca del mistero dell’esistenza umana.

image1

Vivo intensamente ogni singola emozione e metto al centro della mia vita l’interazione con gli altri come fonte di arricchimento. Ho scelto nella rappresentazione fotografica dell’occhio l’espressione creativa che potesse essere un segno tangibile della mia profonda esperienza umana. Ho così iniziato una ricerca tecnica che mi ha portato ad una strumentazione creata da me in esclusiva capace di rendere al meglio la tridimensionalità e le cromie dell’occhio. Oggi ho nel mio archivio un’infinità di immagini di soggetti, tra cui diversi personaggi noti, ma anche molta gente comune, proprio a voler mostrare che l’occhio è uno strumento di parificazione che prescinde da sesso, età e posizione sociale.

In particolare Monte dei Paschi di Siena ha scelto il progetto “OCCH-IO” come evento a Milano durante  l’Expo e, il 24 settembre, l’amministratore Delegato Fabrizio Viola introdurrà in anteprima mondiale la mostra dei miei più recenti scatti nella prestigiosa sede di Via Santa Margherita. In questa occasione saranno esposti gli occhi di personaggi noti come Antonio Banderas, Kerry Kennedy, lo stesso AD Fabrizio Viola, Alessandro Preziosi, affiancate ad  occhi di persone comuni.
Il giorno 25, sempre a Milano, parteciperò ad una tavola rotonda organizzata da Vivintocore con il contributo di Mps dal titolo: Occh-IO, “Specchio dell’anima, un viaggio tra scienza e fede”. In questa giornata mi affiancheranno Fra Domenico Capasso, sacerdote psicologo e psicoterapeuta, e il prof Pierluigi Paolucci, Senior Physicist dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e del CERN di Ginevra, nonché membro del comitato internazionale Arte & Scienza del CERN.

IMG_3502

Ci sarà anche una sorpresa organizzata da Marinella Siviero della EventumLuxi: la presenza di Sammy Basso, un ragazzo malato di progeria a cui fotograferò l’occhio; l’immagine andrà in asta per beneficenza il 23 ottobre, al fine di sostenere la ricerca di questa rara malattia.
Le opere di Occh-IO verranno successivamente esposte, a cura ed organizzazione del mio Art Manager, Guido Cabib, a Torino dal 5 al’11 Novembre, presso la fiera The Others, e a Miami, New York, Hong Kong e Dubai.
In tanti mi hanno chiesto cosa mi abbia portato ad ideare e realizzare il progetto Occh-IO.
In realtà, credo che tutto nasca dalla fortuna di aver ricevuto in dono da Dio, nel quale credo profondamente, forza, vitalità e creatività, ma soprattutto una personalità che tende sempre all’apertura ed al dialogo. Mi piace vivere l’empatia che tante volte il rapporto tra gli individui sprigiona e sposo con piacere qualunque occasione di scambio con qualunque tipologia di persona. Da qui la voglia di rappresentare la meravigliosa unicità di ognuno attraverso l’iride.

 

Progetto Occh-IO
di Annalaura di Luggo
www.annalauradiluggo.com
annalauradiluggoph@gmail.com