Motori

Sorprese a MotoGP 2014

Davide Stefano
25 marzo 2014

motogp_qatar_1

É così cominciata nel deserto del Qatar l’edizione 2014 dell’imperdibile MotoGP. La competizione si è rivelata fin da subito uno spettacolo unico, ricco di colpi di scena, impressionante per gli spetattori.
Il dato forse più rilevante è stato anche quello leggermente più scontato: Marc Marquez è arrivato primo, nonostante il suo infortunio alla gamba, dipeso da una frattura che si è procurato durante un allenamento. Il pilota Marquez ha pertanto conquistato la prima vittoria della stagione, confermando l’acclarato dominio Honda. Il terzo posto è invece andato al valido Pedrosa. Il vero colpo di scena è stato tuttavia il secondo posto, conquistato da Valentino Rossi: il carismatico pilota ha dimostrato con la sua M1 che può tornare a vincere, ristabilendo il proprio dominio, quell’alone di energia ed abilità che ci ha fatto sognare per anni. La sua gara strepitosa, cominciata dal decimo posto e terminata con una lotta combattuta per la prima posizione, ha fatto emozionare schiere di tifosi.

motogp_qatar_2

Triste invece la vicenda di Lorenzo, in testa al primo giro ma caduto poco dopo la partenza. Stesso destino per Iannone, Bradl e infine Bautista, quand’era, quest’ultimo, a un passo dal podio.
Fra conferme e colpi di scena, la prima giornata di MotoGp ha così chiuso i battenti, spingendomi a un giudizio netto: a differenza della Formula 1, il campionato MotoGP verrà combattuto fino alla fine, grazie a un’ampia rosa di ottimi piloti ed allo scontro epocale fra generazioni. Sarà in grado la gioventù di battere l’esperienza?

Davide Stefano


Potrebbe interessarti anche