A modo mio

Sottilissime di vitello con salsa di erbe aromatiche e limone

staff
18 luglio 2013

raffa130718

Durante i mesi caldi non amo particolarmente i piatti di carne, ma in questo mi è venuta in aiuto la mia amica Bettina, ottima cuoca, a cui ho “rubato” questa ricetta, apponendo qualche variante, per un ottimo piatto estivo, fresco e profumato, da preparare in due tempi.

Ingredienti per 5 persone:
1,2kg di noce di vitello o magatello
Sale, pepe e olio evo
Vino bianco
Per il brodo:
4 Carote
2 coste di sedano
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
Chiodi di garofano
2l d’acqua
Per la salsa:
250gr di prezzemolo
100 gr di basilico
Finocchietto selvatico
Il succo di 2 limoni
10 fiori di cappero
Olio evo
Brodo di carne

Tempo di preparazione: 1 ora e mezza per la cottura della carne + 10 minuti per la salsa + 1 notte in frigorifero.

Procedimento: In una casseruola fate rosolare la carne con un filo d’olio evo, in  modo da chiuderne i pori. Abbassate il fuoco, salate, pepate la carne, quindi aggiungete 1 bicchiere di vino bianco, le verdure e le spezie per il brodo; quindi coprite a filo con acqua. A bollore raggiunto calcolate un’ora e mezza di cottura; successivamente lasciate raffreddare la carne nel suo brodo. Nel frattempo mettete in un mixer tutte le erbe aromatiche, precedentemente lavate ed asciugate, e il succo di 2 limoni. Fatelo un po’ per volta in modo che il calore delle lame non surriscaldino la salsa alterando il colore delle erbe. Aggiungete i fiori di cappero, 1/2 bicchiere di olio e aggiustate di sale. Regolate la densità della salsa aggiungendo il brodo della carne. Quando la carne si sarà raffreddata, tagliatela a fette sottilissime, disponetela in un ampio contenitore e spalmatela con abbondante salsa alle erbe. Lasciatela in frigorifero almeno per 1 notte e toglietela dallo stesso 20 minuti prima di servirlo.

Nota: Non fatevi spaventare dai tempi di cottura, perché potete preparare questo piatto anche in 2 o 3 tempi.

Vino consigliato: uno dei pochi vini rossi buono anche fresco: La Schiava, tra i più antichi vitigni dell’Alto Adige, un vino conosciuto per il suo aroma fruttato e leggero, spesso con un sapore di mandorle amare. Il colore del vino va dal rosso chiaro al rosso rubino; a me piace molto quello delle tenute Donà… provatelo, vi sorprenderà.

Raffaella Mattioli

In questa rubrica Raffaella Mattioli propone ricette veloci, gustose e leggere per aver golosamente cura di se stessi e del proprio tempo. Inoltre, offre consigli e suggerimenti preziosi per esplorare il mondo attraverso profumi e sapori e organizza a casa vostra piccole cene, con menù a vostra scelta (per info scrivete a raffigioca@libero.it). Raffaella possiede due grandi passioni, le pietre preziose e la cucina. Della prima ha fatto un lavoro, della seconda un hobby con cui rilassarsi, giocare con le figlie e allietare gli amici.


Potrebbe interessarti anche