A modo mio

Spaghetti alla chitarra con pesto di finocchietto e filetti di sgombro

Raffaella Mattioli
12 marzo 2015

20150307_133334

Non è una ricetta rivisitata della famosa pasta con le sarde (quella non si tocca) ma è una pasta veloce e profumata, facile da fare, che ne ricorda i sapori. Da marzo infatti è iniziato il raccolto del finocchietto selvatico, una delle mie erbe preferite, quindi perché non approfittarne… Considerando poi che l’aggiunta dei pistacchi leggermente caramellati è uno sfizio gustosissimo!

Ingredienti per 4 persone:
400 gr. di spaghetti alla chitarra
230 gr. di filetti di sgombro sott’olio
50 gr. di finocchietto selvatico
Una manciata di uvetta passa
Una manciata di pistacchi
Olio evo, sale ,zucchero di canna q.b.

Tempo di preparazione: 20 minuti circa

Procedimento:
Togliete il gambo al finocchietto selvatico e passatelo al mixer. Raccoglietelo quindi in una ciotola ed aggiungete dell’olio evo, fino ad avere la stessa consistenza del pesto.
Mettete l’uvetta passa in ammollo in acqua calda.
In una padella fate scaldare i pistacchi e cospargeteli con un cucchiaio di zucchero di canna, fateli leggermente caramellare.
Scolate i filetti di sgombro dall’olio e rompeteli in pezzi non troppo piccoli.
Fate cuocere la pasta in acqua bollente salata, scolatela lasciando da parte un po’ di acqua di cottura con la quale diluire il pesto di finocchietto.
Scolate la pasta, conditela con il pesto di finocchietto, aggiungete l’uvetta, i pistacchi caramellati ed i filetti di sgombro.

Nota:
Potete preparare più pesto di finocchietto di quanto necessario per la pasta. Quello che vi avanzerà, se ricoperto d’olio, si conserverà qualche giorno e potrete usarlo per altre pietanze.

Vino consigliato:
Un bianco Siciliano come L’Erse, Etna bianco doc delle tenute di Fassina. Un vino fresco, giovane, dalla grande bevibilità, con una decisa impronta minerale.


Potrebbe interessarti anche