Spagna: trionfano i Popolari

staff
20 novembre 2011


Come previsto i popolari di Mariano Rajoy hanno trionfato conquistando la maggioranza assoluta alla Camera con il 43,5% dei voti pari a 181-185 seggi su 350. E’ quanto risulta dai primi exit poll della tv di stato Rtve. Se il risultato sarà confermato si tratterà per i popolari del miglior risultato di sempre: Rajoy supererebbe i 183 seggi conquistati nel 2000 dal suo mentore Jose Maria Aznar.
Crollano al loro minimo storico, il 30%, i socialisti di Alfredo Perez Rubalcaba che avrebbero conquistato tra 115 e 119 seggi, meno del precedente risultato peggiore nel 2000 quando con Jpaquin Almunia vinsero 125 deputati. In caLO l’affluenza di tre punti alle 18. Per Rajoy, 56 anni, si tratta del vittoria che gli venne strappata nel 2004 per la miopia di Aznar che subito dopo il terribile attentato dell’11 marzo del 2004 alla stazione madrilena di Atocha, malgrado i popolari fossero dati per vincenti, pur di stravincere attribuì all’Eta e non ai terroristi islamici la paternita’ dell’attacco che causo’ 191 morti e oltre 1.800 feriti.
Tre gionri dopo, il 14 marzo, gli elettori punirono la menzogna daondo ai socialisti 164 seggi e ai popolari 148. Il risultato segna la fine degli oltre 7 anni dell’era Zapatero schiacciata da una disoccupazione al 21,5%, la più alta in Europa.
Secondo l’exit poll di Rtve al terzo posto i nazionalisti moderati catalani di Ciu con 13/15 seggi (ne avevano 10 finora), davanti alla coalizione di sinistra Izquierda Unida (tra 9 e 11 deputati, contro i 2 del Congresso uscente). Esordio a sorpresa della sinistra radicale indipendentista basca di Amaiur, che entra in parlamento con 6/7 deputati, mentre perdono un seggio i nazionalisti baschi moderati di Pmv (4/5 invece di 6) e cresce anche il piccolo partito centrista Upyd di Rosa Diez, con 3/4 seggi invece di 1. Se tutto sarà confermato Rajoy potrebbe già insediarsi alla Moncloa il prossimo 20 dicembre.

 

Fonte: Agi