Spiedini di piovra, patate e prezzemolo

Alessandra Isacco
7 luglio 2013

Questo bel sole ci fa pensare sempre di più alle vacanze e alle giornate trascorse in spiaggia, tra bagnetti e castelli di sabbia. E allora, nell’attesa, ho deciso di sentirmi un po’ già in vacanza anche io con un piatto estivo e gustoso, da preparare assieme alle mie due cuoche provette!
Gli spiedini tiepidi di polpo e patate, sono la versione giocosa di una ricetta tutta mediterranea (l’insalata di piovra e patate), poiché sin dall’antichità proprio in questo mare il polpo viene pescato e consumato moltissimo. Il pregio di questo piatto è il ridotto apporto calorico e l’elevato senso di sazietà che se ne ricava gustandolo in tutto il suo sapore; conditelo quindi con pochissimo olio, preferendo limone, aceto, spezie e aromi.
Un piatto leggero e molto pratico
, insomma. A noi è piaciuto moltissimo e abbiamo deciso di condividerlo con i nostri amici in una bella cenetta allestita in terrazza… voi cosa ne dite?

Tempo di preparazione: 20 minuti + Tempo di cottura: 1½ h

Ingredienti per 4 persone:
Polpo 1 -1,5 kg
5  patate medie
prezzemolo
carota
sedano
cipolla
20 spiedini di legno

Procedimento:
Utilizzando delle forbici o un coltellino dalla punta affilata, togliete gli occhi e il dente; lavate il polipo molto bene sotto l’acqua corrente per eliminare ogni residuo di sabbia, specialmente tra le ventose dei tentacoli – in alternativa e con un po’ più di comodità fatelo pulire dal pescivendolo.
Per preparare gli spiedini di piovra e patate, iniziate mettendo sul fuoco una pentola capace con al suo interno dell’acqua, le verdure mondate  (carota, sedano, cipolla) e il sale.
Non appena l’acqua con gli aromi bollirà, tenendo il polpo dalla testa, immergete e togliete i suoi tentacoli dall’acqua bollente per circa 3 volte, affinché si arriccino. Immergete poi completamente il polpo e, abbassando il fuoco al minimo e coprendo con un coperchio la pentola, lasciatelo cuocere per circa 90 minuti a fuoco medio. Solitamente si impiegano circa 40 minuti per ogni 500 gr di polipo, ma comunque verificatene la cottura prima di spegnere il fuoco con una forchetta che deve bucare il polpo senza fatica.
A parte lavate e spazzolate bene le patate, quindi immergetele intere e con la buccia in una pentola con acqua e sale e lascia tele cuocere per 25 minuti circa.
Dopo aver lasciato raffreddare il polpo nella sua acqua di cottura – questo passaggio è fondamentale per la buona riuscita del piatto –, con una pinza togliete il polpo dalla pentola e ponetelo su di un tagliere, dove lo farete a pezzetti pulendolo eventualmente delle ventose.
Togliete dalla pentola anche le patate, poi sbucciatele e tagliatele a metà per il lungo, poi ancora a metà ed infine a quadrotti piuttosto grossi, che porrete in una ciotola.
Unite quindi anche il polpo a pezzetti, e condite il tutto con olio, prezzemolo tritato, pepe e sale.
A questo punto potete davvero divertirvi: prendete gli stecchini di legno e, alternando i pezzettini di polpo ai cubotti di patate, preparerete tutti gli spiedini con l’aiuto dei vostri bambini!

Alessandra Isacco
www.incucinaconalicesofia.com