Luoghi

Starbucks apre a Milano e Roma: ecco tutto quello che c’è da sapere

Clarissa Monti
27 novembre 2017

I rumors si rincorrevano da tempo, ma ora la notizia è ufficiale: Starbucks aprirà, oltre che a Milano, anche a Roma.

La catena americana si prepara a sbarcare in gran trionfo nel nostro Paese, proprio qui, dove tutto è iniziato: è infatti ovviamente dall’Italia che Howard Schultz ha preso l’ispirazione per creare il suo brand divenuto famosissimo in tutto il mondo. Per anni l’arrivo nello stivale è stato rimandato, ora i tempi sembrano maturi: ecco tutto quello che dovete sapere a riguardo!

1- Howard Schultz ha messo le mani avanti: “Ritorno in Italia e dopo 34 anni realizzo un sogno – ha raccontato il presidente e fondatore del gruppo – apriremo uno store straordinario che catturerà l’immaginazione degli italiani, non veniamo in Italia per insegnare agli italiani come fare il caffè ma con grande rispetto“.

2- A Milano il marchio del Frappuccino inaugurerà nel 2018 una mega caffetteria all’interno dell’ex palazzo delle Poste in piazza Cordusio: sarà un banco di prova, poi arriveranno i nuovi negozi. Percassi, l’azienda partner e licenziataria della multinazionale americana, aprirà gli store italiani successivi: all’inizio saranno solo due o tre nel capoluogo lombardo, ma il futuro è ancora tutto da scrivere.

3- Quella di Piazza Cordusio sarà una “Reserve Roastery“, cioè una caffetteria gran riserva, una vera e propria “fabbrica del caffè”, la prima ad aprire in Europa, Medio Oriente e Africa. Andrà ad occupare 2400 metri quadrati nel palazzo storica sede delle Poste. I lavori di ristrutturazione sono già cominciati: modificheranno solo l’interno dell’edificio, lasciando la facciata originale, nel rispetto della sua identità. Il negozio sarà una sorta di torrefazione in cui – fanno sapere dall’azienda – verranno lanciati cinque nuovi caffè, tra cui una miscela studiata appositamente per l’Italia. Lo store creerà opportunità di lavoro per circa 350 persone; in più verrà rifornito per la parte di panetteria dalla milanesissima Princi.

4- A Roma è invece prevista tra marzo e maggio 2018 l’apertura di due caffetterie, una in piazza di Spagna e una alla stazione Termini. Si tratta di due luoghi strategici e di passaggio: il primo Starbucks sarà infatti a pochi metri dalla scalinata più celebre della città eterna, mentre il secondo sorgerà nella stazione ferroviaria più frequentata e grande d’Italia.

5- Test di mercato. L’azienda ha titubato parecchio prima di sbarcare nel nostro Paese, alimentando una marea di gossip e ipotesi, non senza qualche polemica. A partire da quella sulle ormai famose palme in piazza Duomo. Ma se gli esperimenti di Milano e Roma daranno i risultati sperati seguiranno diverse nuove aperture lungo tutto lo stivale: si stima tra le 200 e le 300 caffetterie nelle maggiori città italiane aperte nell’arco dei prossimi anni, con la conseguente creazione di nuovi posti di lavoro.


Potrebbe interessarti anche