Lifestyle 2

Steve McCurry, un americano in Umbria

Maria Stella Gariboldi
10 aprile 2013

Tra le sorprese del FuoriSalone 2013, un ospite inaspettato merita in particolare di essere scoperto.
Non è un designer, ma una regione italiana che si reinventa e si apre al mondo: dal 9 al 14 aprile, Palazzo Brera apre le porte a Spazio Umbria.
La regione si mette in gioco e lo fa in grande stile, chiedendo la collaborazione di nientemeno che Steve McCurry. Il fotografo americano, reso celebre dalla sua “Ragazza afgana”,  ha lavorato per circa anno in Italia, durante il quale ha collezionato scatti girando tutta l’Umbria, e mettendo il suo occhio esperto a disposizione di chi, pur vivendo a poca distanza da questi luoghi, spesso ne ignora la bellezza.

La mostra “Sensational Umbria!” è stata inaugurata ieri sera alla presenza dello stesso artista. Le dieci fotografie esposte in anteprima mondiale nel Cortile Napoleonico di Brera sono solo un assaggio – la “punta dell’iceberg” – dei millecinquecento scatti che McCurry ha consegnato alle istituzioni umbre e che, promette il Presidente Catiuscia Marini, verranno lentamente svelate.
In una sala affollata di giornalisti e curiosi, McCurry non si dilunga sulla sua esperienza (“sono un fotografo, non sono bravo a parlare in pubblico”), ma incalzato dalle domande interessate racconta a poco a poco il suo soggiorno in Italia. A lui, grande viaggiatore e reporter, l’Umbria ha rivelato una straordinaria ricchezza e varietà, una bellezza antica e autentica che si incontra nei luoghi più comuni.
È una regione fatta di natura, di opere d’arte e di città, quella che emerge dalle opere esposte: la tradizione si mostra e si sposa con la modernità di una cultura che ne conosce l’importanza. E un applauso nasce spontaneo quando il fotografo ricorda il valore del passato e della sua conservazione, denunciando tutti gli atteggiamenti superficiali e dannosi che hanno portato, come purtroppo ben sappiamo, alla perdita di tante testimonianze antiche.
Ma Spazio Umbria non finisce qui: è previsto per oggi un assaggio di Umbria Jazz, il grande festival che proprio quest’anno compie i suoi quarant’anni. A presentarlo al pubblico milanese, due concerti di eccezione: alle 19:30 un piano solo di Danilo Rea, e domani alla stessa ora l’esecuzione di Roberto Ciammarughi.
E ancora, incontri sul turismo e sul suo rilancio in chiave enogastronomica, artistica, naturalistica; esposizioni di design tra cui quella di EMU, e la presenza di molte altre industrie leader.

Maria Stella Gariboldi

Spazio Umbria, FuoriSalone 2013, dal 9 al 14 aprile.
Photography © 2012 Steve McCurry


Potrebbe interessarti anche