Arte

Stop at nothing: l’arte italiana protagonista a Londra

Zoe Polizzi
10 ottobre 2015

20151007_181521

Ho sempre immaginato che larte potesse fare la differenza nella vita delle persone e la convinzione che avesse il grande potere di unire individui distanti là dove la società avesse fallito”. Mattia Melzi fonda Melzifineart nel 2013 per realizzare il suo progetto e oggi, a Londra, in concomitanza con Frieze e le Italian Sales di Chriest’s e Sotheby’s, presenta la mostra Stop at nothing, presso la galleria di Alon Zakaim dall’1 al 30 ottobre.

Ritengo che larte italiana del dopoguerra – spiega Mattia – abbia lasciato un impronta indelebile in quanto le avanguardie degli anni cinquanta e sessanta hanno rivoluzionato larte e sono attuali più che mai con il loro minimalismo

Screen Shot 2015-06-23 at 18.17.29

Turi Simeti, Un ovale blu, 1968

Le opere esposte attraversano il periodo storico che dal 1950 arriva ai giorni nostri.

Tra le esperienze artistiche più significative di questi anni vi è la pittura oggetto: la tela viene manipolata, il supporto si modifica, il monocromatismo invade le opere d’arte, l’astrazione diventa concretezza, la pittura è il veicolo per un nuovo inizio contrapposto ai tragici eventi della guerra.

In esposizione grandi artisti degli anni Cinquanta e Sessanta, come Lucio Fontana, Arnaldo Pomodoro, Pietro Manzoni, Turi Simeti, Dadamaino, Pino Pinelli, Giorgio Griffa, Toni Costa, Agostino Bonalumi, e artisti italiani contemporanei come Marcello Lo Giudice, Matteo Negri, Stefano Perrone e il fotografo Riccardo Bagnoli.

Dadamaino, Oggetto ottico dinamico, 1971

Dadamaino, Oggetto ottico dinamico, 1971

Il mio desiderio è sempre stato quello di trasmettere il mio entusiasmo a chi di arte non si è mai nutrito, e grazie a Melzi Fine Art attraverso i social networks, le mostre e i parties in luoghi sempre diversi sto coinvolgendo un numero crescente di appassionati”.

Stop at Nothing non è solo il nome di un’esposizione, ma rappresenta limperativo di chi non è disposto a scendere a compromessi pur di rendere i suoi sogni realtà.

Agostino Bonalumi, Bianco, 1977

Agostino Bonalumi, Bianco, 1977

 

 

Stop at Nothing
Melzi Fine Art c/o Alon Zakaim Fine Art, 5-7 Dover St. London W1S 4LD
1 – 30 Ottobre 2015


Potrebbe interessarti anche