Style of the week

Style of the week: Winona Ryder

staff
7 luglio 2012

Nata da papà ebreo russo e mamma romena, Winona Ryder (pseudonimo di Winona Laura Horowitz) è il frutto esplosivo di questo mix etnico. Nata nel 1971 in una cittadina del Minnesota che porta curiosamente il suo nome, Winona ha trascorso un’adolescenza piuttosto burrascosa a causa del suo aspetto androgino e della sua abitudine a vestire abiti da ragazzo, attirando su di sè le antipatie dei coetanei. La svolta nella sua vita, a livello personale e non solo professionale, arriva grazie al suo debutto cinematografico attraverso il quale dimostra finalmente al mondo, e a se stessa, di avere talento, e femminilità. Dopo aver interpretato ragazzine piuttosto fuori dal comune in film come “Edward mani di forbice” e “Sirene”, l’attrice raggiunge l’apice della sua carriera negli anni 90 con film del calibro di: “Dracula di Bram Stoker” di Francis Ford Coppola, “L’età dell’innocenza” di Martin Scorsese (per il quale vince un Oscar) e il cult “Piccole donne”. Prende parte successivamente ad importanti produzioni come “Ragazze interrotte”, “Autumn in New York”, “Star Treck” e “Il cigno nero”. Nel 2000 riceve persino la sua stella nella Hollywood Walk of Fame. Oltre ad una brillante carriera artistica la Ryder è celebre per le sue relazioni amorose, come quella durata quattro anni con l’attore Johnny Depp (che le aveva dedicato anche un tatuaggio con la scritta “Winona Forever”, fatto poi modificare in seguito alla rottura della coppia) e quella con il collega Matt Damon.

 

Valentina Nuzzi


Potrebbe interessarti anche