Arte

Sublime Canova: una rinascita a Venezia

Elisa Monetti
28 novembre 2015

x

Se la ghirlanda di braccia delle Tre Grazie e l’estatico sguardo di Amore verso Psiche non hanno ormai più alcun segreto per noi, è arrivato il momento di aprirci ai nuovi orizzonti della produzione artistica del genio che è stato Canova.

In questo senso ci viene incontro il nuovo progetto Sublime Canova presentato dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, con il supporto di Venice Foundation, Friends of Venice Italy e del Comité Français pour la Sauvegarde de Venise.

L’obiettivo di tale felice cooperazione, tutta squisitamente europea, è quello di allestire all’interno del Museo Correr una nuova sezione dedicata ai capolavori di Canova, entrati nella collezione tramite donazioni successive al lascito del Correr stesso alla città nel 1830, tra queste, di particolare importanza, è stata quella di Domenico Zoppetti.

immagine 2 museo correr

L’idea è di dare nuovo risalto ad opere di inestimabile valore: sculture, disegni, bozzetti e modelli – restaurati ove necessario – verranno riposizionati tra il Salone da ballo e la Galleria napoleonica su Piazza San Marco, Sale numero 4 e 5, il tutto seguendo un ordinamento cronologico che permetterà sia di conoscere l’evolversi della mano dell’artista sia di visualizzare in modo unitario la genesi delle opere stesse. Non mancheranno didascalie multimediali e interattive a corredo dei capolavori esposti.

A catturare gli sguardi dei più saranno i tre monumentali pezzi di mitologia scolpiti da mano neoclassica esposti nel Salone da ballo: Apollo e Dafne, Dedalo e Icaro, Perseo. Pari risalto avrà il Mobile Canova che, voluto dallo Zoppetti, si annovera oggi tra i pezzi che più rappresentano la venezianità di Canova.

La location, inoltre, gode di una fama che nulla da invidiare alle celebri sale del Louvre. Il museo ha infatti sede nelle sale dell’Ala Napoleonica di Piazza San Marco e di parte delle Procuratie Nuove; gli edifici, voluti da Napoleone, hanno ospitato gli Asburgo nelle loro frequenti visite a Venezia e riflettono il gusto neoclassico in decorazioni e affreschi, anch’essi in parte restaurati per l’occasione.

immagine 1 dedalo e icaro

Sublime Canova è solo il primo capitolo di quello che promette essere un best seller: Grande Correr sarà infatti il progetto volto al restauro del museo veneziano sotto ogni aspetto – architettonico, museologico, espositivo e di servizi per il pubblico.

A un artista del calibro di Canova va certo riconosciuto il merito di aver creato sculture impresse nella memoria di ciascuno di noi per la loro vellutata grazia e perfezione, ma anche quello di aver reimpatriato, nello stesso 1815 di Waterloo, molti dei capolavori trasportati in Francia da Napoleone.

Venezia chiude oggi il sipario sulle storiche rivendicazioni e, piuttosto che lamentare i furti – fatto che in un ottica europea appare un lagnarsi ridicolo –, annuncia un progetto tutto internazionale: sublime!

 

Sublime Canova
Museo Correr, Piazza San Marco, Venezia
correr.visitmuve.it


Potrebbe interessarti anche