Sudan: Onu, 60.000 profughi per violenze

staff
24 novembre 2011


Le violenze nello stato del Nilo Azzurro, lo stato petrolifero del Sudan, hanno prodotto 60.000 profughi, secondo quanto annunciato dall’ufficio di coordinamento degli affari umanitari dell’Onu (Ocha). Il rapporto dell’Ocha viene reso noto tre settimane dopo che l’esercito di Khartoum ha annunciato di aver preso il controllo della città di Karmuk, feudo dei ribelli facenti capo dal Movimento popolare di liberazione del Sudan (Splm), gli ex ribelli dell’odierno Sud Sudan.

Fonte: Ansa