I nostri blog

Sulla pelle

staff
4 dicembre 2011


Mi sono tatuata il nome d mio marito sull’avambraccio destro e lui ha fatto lo stesso con il mio.
Sono sempre stata contraria a questo tipo di gesti, e li ho sempre trovati privi di significato.
Finché una sera, in un momento romantico e di assoluta felicità abbiamo preso questa decisione.
Non me ne pento e anzi sono felicissima di averlo fatto proprio perchè mai prima l’avrei desiderato.
Non è una dimostrazione d’amore. Quanto lo amo glielo dimostro giornalmente, preparandogli pranzo e cena, facendo i lavori in casa, curando il nostro cane, appoggiandolo nelle decisioni difficili ma anche in quelle semplici, criticandolo se serve a migliorare e in molte altre cose.
Il tatuaggio è stato un momento nostro, di gioia e condivisione.
Ci sarà chi non apprezzerà e chi invece capendo il sentimento che ci lega, avrà una parola dolce per noi.
Non che questo significhi chissà cosa. L’importante è essere a posto con sè stessi e godere ogni istante vissuto insieme.

 

Sheena