Beauty

Sun stripping: come scolpire il viso a colpi di bronzer

Giovanna Lovison
21 marzo 2016

1. Stripping

Prima è stata la volta del contouring, che ci ha volute striate in punti strategici di prodotti più chiari e scuri rispetto al nostro colore di pelle. Poi, l’anno scorso, è stata la volta dello strobing che ci ha fatto innamorare degli illuminanti per brillare di luce propria ed apparire radiose. Se pensate che il fenomeno si sia fermato qui, evidentemente non avete ancora sentito parlare del nuovo trend, lo stripping. La nuova tecnica punta a scolpire il viso enfatizzando le ombreggiature attraverso un armonioso gioco di chiaro-scuro per rendere l’incarnato gradualmente più caldo. Come? Con un pennello per il blush si traccia una striscia con il bronzer da una guancia all’altra passando per il naso, utilizzando poi un pennello più morbido per stendere bene il prodotto e uniformare l’incarnato.

Per realizzare questo look vi basterà munirvi di un bronzer, tassativamente opaco o, al massimo, lievemente satinato. Hoola Bronzer è uno dei prodotti top di Benefit, è opaco, ha una tonalità universale e un pennello incorporato niente male. Un prodotto molto simile ma che, in più, profuma di cioccolato ed è ricco in antiossidanti è il Too Faced Chocolate Soleil, da scegliere in Milk Chocolate se avete la carnagione molto chiara. Un evergreen che dovete provare almeno una volta nella vita è Terracotta Guerlain, la mitica terra abbronzante che non manca mai nel beauty case delle star. Se vi piace fare le cose in grande, invece, il prodotto perfetto è O!mega Bronzer di Marc Jacobs: il colore ambrato è universale e la cialda è grande quanto la vostra faccia. Letteralmente.

2. Stripping

Se, invece, tendete ad abbronzarvi velocemente, oltre a dirvi che siete delle fortunate, vi consigliamo la terra Clarins Bronzing Duo: la cialda è divisa in due tonalità di terra differenti, ottima da mischiare per un’intensità media ma anche da utilizzare singolarmente a seconda del grado di abbronzatura della vostra pelle. Se avete la pelle secca, invece, è importante utilizzare una polvere che non secchi l’incarnato e che scivoli sulla pelle. Un’ottima candidata è la Silk Effect Bronzing Powder di Collistar, una polvere sottile e setosa che si fonde con la pelle per un effetto super naturale. Se volete provare le texture cream-to-powder, poi, abbiamo due ottime proposte. Les Sahariennes di YSL è una terra in balsamo con impercettibili particelle luminose che donano un effetto “baciata dal sole” ed è disponibile nella tonalità adatta a qualsiasi tipo di pelle e sottotono. Da provare, poi, la nuovissima L’Oréal Infaillible Sculpting Palette: anche se si tratta di un duo pensato per il contouring, vi assicuriamo che la terra abbronzante in crema è perfetta per incorniciare il viso e scolpire i tratti. Infine, per chi cerca un effetto bronze ma non troppo accentuato, è meglio puntare su polveri più leggere e meno cariche di pigmenti, in modo tale da scongiurare il rischio di mano pesante ed esagerare. Se volete un effetto totalmente opaco, la Matte Bronzer di M.A.C. è giustissima perché lascerà un effetto naturale e delicato. L’alternativa, invece, è la Kiko Flawless Fusion Bronzer Powder, una polvere di nuova generazione leggermente satinata che si adatta alla pelle e dona l’aspetto salutare di chi ha passato del tempo all’aria aperta.

Ciò di cui non potete fare a meno, poi, è un pennello che vi permetta di stendere la terra sui punti giusti con precisione ma anche di sfumare facilmente il prodotto per un look più naturale possibile. Il Pennello Bronzer N. 48 di Sephora è perfetto perché ha la dimensione giusta, non troppo grande, non troppo piccolo, ed è gonfio e morbido al punto giusto per le sfumature.


Potrebbe interessarti anche