Advertisement
Leggere insieme

Svolazzi che son come parole

Marina Petruzio
27 novembre 2013

Bianca

É arrivato oggi e non avrebbe precedenza ma “Le parole di Bianca sono farfalle” di Chiara Lorenzoni illustrato da Sophie Fatus per Giralangolo, questa precedenza l’ha chiesta in modo gentile, allegramente colorato e…silenzioso. Muovendo le mani come se fossero farfalle che danzano nell’aria.
Perché è questo che fanno le piccole manine quando parlano in LIS la Lingua Italiana dei Segni.
Svolazzano tracciando cerchi, linee lunghe o interrotte, baffi…ed in questi segni ci sono tutti ma proprio tutti i suoni del mondo, quelli che Bianca non può udire: alti e bassi, acuti o sordi.
Tutte le sfumature di colore che tingono le immagini di cui generalmente parlano le parole, quelle a cui Bianca non può dar voce…
Immagini singole tradotte in segni, unità minime, piccoli frammenti come quelli di carta che avvicinati, sovrapposti, accostati compongono un collage di colori, forme e materiali. Una tecnica cara ai bambini, che non a caso Sophie Fatus ha scelto per illustrare in questo nuovo albo i piccoli segni di Bianca, le sue immagini, per arrivare senza esitazioni al cuore di tutti i bimbi. E non solo.

Bianca è una bimba sordomuta. Ma se aprendo quest’albo sorvolassimo sulle bellissime parole di Chiara Lorenzoni, vedremmo solo una bimba dagli occhi grandi ed i capelli lunghi, gialli – come direbbe Tommaso – che ha un cane che le annusa i calzini mentre fuori nevica e lei sta con i piedi immersi nel tappeto blu del salotto sentendo il mare; sapremmo che ha una mamma con la quale gioca, fa il girotondo, inventa avventure. E come tutte le avventure che si rispettino sono esplosive, fantasiose, concitate, diversamente rumorose, ci sono stelle marine ed un polipo blu in camera da letto ed un sole tropicale in salotto, guizzi di risate a crepapelle che si attorcigliano nella pancia come la coda di un maialino, come un’esplosione di colori.
E c’è un papà che accoglie tutti i racconti di Bianca, le grandi immagini in piccoli frammenti e che dà baci rotondi sul collo la sera prima di andare a letto…vedremmo, in sintesi, una bambina felice, così come tante altre.

Bianca non sente e non può parlare, ma con i suoi occhi coglie mille sfumature, i sentimenti degli altri: gli sguardi buoni, le parole non dette, vede la falsità in un sorriso, l’imbarazzo sui bordi delle orecchie e la rabbia nelle vene della fronte.
Bianca non sente ma la sua pelle lo fa per lei, “sente” lo schiocco dei baci sulla guancia che fanno anche un po’ di solletico, le mani che le accarezzano i capelli, sente il suono delle ciglia di papà che le solleticano il viso quando si china per darle un bacio, il freddo del naso del suo cane quando l’annusa…
Ma la cosa più cara da sentire come raggi di sole sulla pelle che scaldano anche dentro sono le piccole linee, i raggi che la mamma ha attorno agli occhi e che sorridono sempre anche quando è arrabbiata. Gli stessi occhi dove ogni tanto Bianca vede la pioggia…

Ho sentito di dover dare precedenza a quest’albo, perché me lo ha chiesto in LIS. Ma anche perché quando lo vedrete o cercherete in libreria lo troverete in mezzo a tutti gli altri, come i bimbi della nostra scuola.
Perché quando lo aprirete e comincerete a sfogliarlo starete guardando un albo di grande formato, come sono grandi loro che affrontano l’inaffrontabile tutti i giorni e lo fanno da sempre cercando di capirci e di leggerci le labbra ancor prima di saper leggere un libro. Un albo spumeggiante come sono loro quando si mettono a far svolazzare le loro manine che a me, prima di quest’albo, sembravano fuochi di artificio; un albo allegro come il sorriso dei compagni udenti e schiamazzanti che timidamente iniziano a far volare le loro di manine.
Perché acquistandolo vi portate a casa un pezzettino di loro di cui non si parla abbastanza e di cui negli albi illustrati per l’infanzia non si trova mai.
Un perfetto regalo di Natale.

A Eva, Matteo ed Olga, alle vostre manine, ai vostri genitori ed a tutto quello che ci state insegnando – non ultimo il parlare piano, scandendo le parole, guardandovi negli occhi.

Marina Petruzio

Le parole di Bianca sono farfalle
di Chiara Lorenzoni illustrato da Sophie Fatus
Ed.: Giralangolo EDT
Euro: 13,50
Età di lettura: dai 5 anni


Potrebbe interessarti anche