Voli

Swiss Airlines: emozione a Zurigo, è arrivato il nuovo B777-300ER

Francesco Alberico
2 febbraio 2016

12650709_10153821754677492_573143604_n

Grande emozione, lo scorso venerdi 29, presso l’aeroporto di Zurigo quando è atterrato il nuovo Boeing 777-300ER, accompagnato da due jet militari, quasi come fosse un personaggio politico da dover scortare.

Il possente ma elegante velivolo, destinato ad operare sui collegamenti a lungo raggio, è il primo di una serie di novi veivoli destinati a sostituire nei prossimi anni la datata flotta dei quadrimotiori Airbus A340. L’arrivo del bimotore, direttamente dagli stabilimenti Boeing di Everett, nello stato di Washington, ha attratto una moltitudine di giornalisti provenienti da tutto il mondo ma anche, forse inaspettatamente, una gran folla di curiosi. Prima di atterrare il 777 con la livrea di Swiss ha effettuato anche un passaggio a bassa quota, manovra perfettamente riuscita ed apprezzata da tutti i presenti che hanno salutato l’aereo con grandi applausi e forti grida. A terra il Boeing è stato poi salutato con i getti d’acqua lanciati dai mezzi dei pompieri. I piloti hanno aperto i finestrini del cockpit, sventolando una bandiera svizzera.
Il 777 ha 340 posti suddivisi in 3 classi: 8 in prima classe, 62 in Business e 270 in economy. Molto interessante è l’accogliente l’ingresso del nuovo aereo, ideato come una vera e propria reception a bordo. I passeggeri dispongono di più comfort in prima classe e in business, mentre in economy si troveranno più vicini uno all’altro: la distanza fra i sedili è infatti di 79 centimetri, 2,5 in meno di quella dell’A340, un punto che ha già suscitato ampie critiche su internet. Swiss promette però maggiore libertà per le gambe, grazie a una migliore costruzione e geometria dei sedili.
Il primo dei sei B777-300er destinati al rinnovo della flotta, dall’ estate 2016 sarà impiegato sulle alcune rotte di lungo raggio della compagnia: Hong Kong, Bangkok e Los Angeles. Il B777-300er sarà in servizio più volte a settimana anche verso San Francisco, San Paolo e Tel Aviv. Altri tre nuovi aeromobili entreranno in flotta tra il 2017 e il 2018.


Potrebbe interessarti anche