Beauty

Tanti baci

Miriam De Nicolò
5 giugno 2014

foto 1

Lolita sicuramente ne avrà posseduto una collezione, tra capricci e un chupa chups, la Justine di De Sade, dalla cui bocca usciva la volontà straripante e maliziosa del “dirtutto”, non avrebbe non potuto incorniciare il simbolo del peccato.

Rossetti e lucidalabbra per risaltare le nostre bocche, rossi come il frutto dannato, rosa come boccioli, pesca dai sapori estivi, l’importante è averne uno per ogni occasione.

foto 2

Divertenti e per tutti i gusti i Gloss Volupté di Yves Saint Laurent nelle versioni Golden n. 3 e n.49 per un’estate tutta colorata, Iridescent n.104 per chi vuole osare e Pure n. 206 per un primo appuntamento: un rosso brillante, giovane, luminoso, da ritoccare con il suo applicatore a forma di bacio. YSL è sempre elegantissimo nei dettagli: il tappo dorato permette la chiusura con un “clic” mentre il gloss offre una nuova esperienza sensoriale grazie alla texture fondente profumata al mango.

foto 3

Con un titolo come quello di oggi – tanti baci – , non possiamo non nominare il bacio più famoso della storia del cinema. Il momento in cui l’indomabile ed esplosiva Rossella O’Hara, in “Via col Vento”, si lascia andare tra le braccia di Reth Butler (Clark Gable). Non tutti sanno dei retroscena della vita dell’attrice. Malata di psicosi maniaco-depressiva, viveva alternando momenti di depressione ad attacchi di euforia esagerata, che sfociavano in aggressività e ninfomania. Una serial-traditrice che ha fatto sognare il mondo intero. Di lei Laurence Olivier, suo ex marito, dice: “Era seducente e nel modo più perturbante che avessi mai incontrato. Forse era per via di quello strano, quasi commovente lampo di dignità che c’era in lei, e che rendeva schiava l’ardente schiera dei suoi ammiratori.”

Alle più audaci, che indossano il Gloss Volupté YSL n. 104, consiglio l’abbinamento con lo smalto Le Vernis di Chanel 603 Chiarivari, sui toni del malva, da indossare di giorno in contrasto con un look dai toni chiari e la sera con un top coat per dare un tocco di luce.

Make Up For Ever ha puntato su un rossetto evergreen, il rosso-arancio, che sta bene sia alle bionde che alle more, io sto provando Rouge Artist Intense n. 52, perfetto per chi come me ha la carnagione chiara e i capelli tiziano ramati. E’ intenso, durevole e la sua texture cremosa non secca le labbra.

E, dulcis in fundo, ho il jolly, l’asso nella manica per le iperattive, le donne in carriera, le mamme che non si fermano mai, per le pigre che si dimenticano di ritoccare il rossetto: Make Up For Ever Aqua Rouge. Letteralmente indelebile, Aqua Rouge è un rossetto waterproof a durata eterna!

Supercoprente e bifasico, può essere usato da solo per un effetto mat o con il pennellino del gloss per rimpolpare le labbra. Vi assicuro che anche dopo due pasti è ancora intatto. Ideale per le vittime del make-up anche al mare e in piscina.

Thérèse de Paiva, cortigiana dell’800 dai grandi occhi e dalle labbra carnose, sicuramente avrebbe invidiato i bijoux di noi beauty addicted. E’ anche vero che la furba signora si agghindava di perle, ma oggi il vero lusso sta nella cura della propria bellezza e un giro di perle “fake” lo si trova ovunque. Coco Chanel avrebbe ugualmente approvato!

Miriam De Nicolò

Foto di Alessandro Giaco e Miriam De Nicolò alessandrogiaco.jimdo.com


Potrebbe interessarti anche