Cinema

Taormina Film Fest 2016: tra grande cinema e celeb internazionali

Valentina Silvano
21 giugno 2016

taormina isola bella

Anche quest’anno si è conclusa la sessantaduesima edizione del Taormina Film Fest, prodotto e organizzato da Agnus Dei di Tiziana Rocca, con la collaborazione dei co-direttori del comitato artistico Chiara Nicoletti e Jacopo Mosca e con la sponsorizzazione di Falconeri, eccellenza del Made in Italy.

Dal 11 al 18 giugno, l’incantevole città di Taormina e il suo splendido Teatro Greco Antico sono stati la cornice privilegiata di uno dei più importanti eventi internazionali che ha visto protagonisti il glamour quanto il cinema. Sono stati infatti 21 i Paesi rappresentati dai film in programma e oltre 100 i titoli in gara, a partire da quello d’apertura, “Alla ricerca di Dory” di Andrew Stanton, per arrivare all’ultimo, “I.T.” di John Moore con Pierce Brosnan.

alla-ricerca-di-dory-img

Tantissime le star internazionali intervenute: da Richard Gere a Susan Sarandon, da Harvey Keitel a Rebecca Hall. Ovviamente, non sono poi mancate le celebrità italiane come Bianca Balti, madrina della serata inaugurale, Monica Guerritore, Violante Placido, Claudio Santamaria, Marcello Lippi, Sabrina Impacciatore, Stefania Rocca, Maria Grazia Cucinotta.

Il bilancio di quest’ultima edizione – ha raccontato Tiaizana Rocca – è più che positivo e sono molto contenta che anche quest’anno le star hollywoodiane, i grandi personaggi del nostro cinema abbiano creduto nel festival e abbiano accettato di regalare al pubblico momenti indimenticabili”.

819f5b6eb52350a170986a3670177bfb_XL

Vincitore assoluto della kermesse è stato “Desierto” di Jonás Cuarón, film sull’immigrazione al confine tra Messico e Usa, mentre il premio TaoEduYoung è andato a “3000 nights” di Mai Masri; il riconoscimento Filmakers in Sicilia se lo è invece aggiudicato “Sponde” di Irene Dionisio; il Premio World Wide Web/Pasta Garofalo è stato invece attribuito ad Apollo Beat di Michele Gagliani, Francesco Bellu, Giuseppe Bulla, Diego Moretti, Diego Ganga, Stefania Budroni e Giovanni Saturno.

Grande vicinanza, dunque, alle tematiche umanitarie, fortemente sostenute anche da Richard Gere, che ha presentato “Gli invisibili”, sul tema degli homeless. L’attore ha inoltre messo all’asta l’orologio in edizione limitata “Clifton Taormina Award” di Baume & Mercier, con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica, proprio sulle condizioni di vita problematiche dei senza tetto.

Richard-Gere-2-758x505

Interessante anche la presentazione di “Mothers. L’Amore che cambia il Mondo”, che ha puntato i riflettori sul tema della maternità e dei diritti dell’infanzia. A questo proposito, il Festival di Taormina ha premiato la Ong WeWorld per la campagna di comunicazione contro la violenza sulle donne #potreiessereio, a cui hanno partecipato, tra gli altri, Noemi e Tiziana Rocca, Rossella BresciaCarolina Crescentini e Caterina Guzzanti.

Un importante riconoscimento è stato infine assegnato a Barbara Fabbroni, la scrittrice-psicologa, premiata per il suo romanzo “Coach in Love” con il “Città di Taormina Award”, premio consegnatole direttamente da una madrina d’eccezione, l’attrice Maria Grazia Cucinotta. È stata infatti premiata la grande capacità della scrittrice di tracciare nel suo romanzo le dinamiche di una società 2.0, sottolineando, al contempo, l’emozione vera e intensa del sentimento d’amore.

A conclusione del festival si è poi svolta un’esclusiva cena di Gala presso La Plage Resort, situato di fronte alla splendida Isola Bella, con uno speciale menù ideato dallo chef Giovanni Grasso e alla presenza di ospiti speciali quali Kathryn Hahn, Miguel Bosé, Ambra Angiolini, Chantal Sciuto, oltre a numerose personalità del cinema nazionale e internazionale.


Potrebbe interessarti anche