I nostri blog

Tears and Fears

staff
4 giugno 2011


Il sentimento della tristezza mi appartiene in modo particolare, quasi morboso.
Sono una persona estremamente lunatica e durante la giornata i miei stati d’animo cambiano con una velocità imbarazzante; passo dalla gioia alle lacrime molto facilmente e non c’è modo di fermare questo circolo vizioso che mi attanaglia da parecchio tempo.
Le lacrime non sempre sono legate alla tristezza, ma all’emozione in generale: una canzone legata a dei ricordi, un film, uno sguardo, un sorriso di un bambino, una signora anziana in difficoltà (quest’ultima cosa in particolare mi distrugge, non riesco a rimanere indifferente).
Insomma sono una piagnona senza speranza.
La cosa spesso disturba chi mi è intorno, ma io non riesco a viverla come una cosa negativa, mi fa sentire viva. Vivo le mie emozioni totalmente e le conseguenze sono pianti disperati e risate isteriche. Non mi vedrete mai con lo sguardo perso nel vuoto o gelida nei comportamenti, non ne sono stata mai capace.
Così, quando il fotografo Mattia Frizzo stava cercando una modella che interpretasse la tristezza (con tanto di lacrime a rigarele il viso) ha pensato a me…Questo è il risultato.

 

Sheena