Lifestyle

Qui Londra: The box

Ludovica Ferrari
23 maggio 2011


Sappiamo tutti che il burlesque è l’ultima tendenza in fatto di moda e lifestyle.
Non poteva mancare sullo scenario londinese il primo locale solo ed esclusivamente a tema: The Box, che da quando ha aperto, inaugurando il party per il 10° anniversario di Another Magazine durante la settimana della moda, è diventato il locale di tendenza preferito dalle celebrities.
The Box ricalca l’originale e notissimo Teatro delle varietà di New York, che si era già contraddistinto per la sua esclusività, per i suoi divanetti in velluto rosso, per gli spettacoli “spinti”, per la coda all’ingresso, per le nottate dispendiose e per la lista di personaggi famosi soliti a frequentare il locale: attori, cantanti, modelle,artisti, banchieri…
Non sorprende che dato il successo nella grande Mela, lo stesso concetto viene ora esportato a Londra nel cuore di Soho, dall’impresario della vita notturna, il trentunenne Simon Hammerstein, nipote del celebre Oscar Hammerstein.
Dell’idea originaria di burlesque, nato a fine Ottocendo in Inghilterra, poi importato negli Stati Uniti, in chiave di spettacolo parodistico riscuotendo grande successo negli strati della società meno abbienti, comunemente noto anche come “les folies dei poveri”, si mantengono in realtà sono gli “usi” e i “costumi”. Concedersi una serata al The Box, infatti, non è per niente economico: i prezzi dei tavoli variano dalle 1000£ in settimana alle 3000£ nel weekend, 50£ è il prezzo minimo del biglietto d’entrata per i pochi a cui sarà concesso valicare il confine del proibito. I prezzi delle bottiglie di champagne partono da un minimo di 140£ fino a raggiungere un massimo di 20.000£ per una speciale edizione di Don Perignon. Il tutto accompagnato da caviale iraniano o tonno scottato come spuntini offerti dalla casa, nel caso lo sforzo dovuto ad un’osservazione così attenta dovesse provocare un languorino. Sarebbe davvero un peccato che la vista calasse in un posto del genere!
I prezzi dei cocktails possono variare dalle 15£ per un “Dirty Lady” a base di Gin e Moet per esempio, alle “oneste” 70£ per una speciale miscela a base di Cognac e Bourbon.
Ma questo è il prezzo da pagare anche per vedere tantissime facce note e belloni del mondo dello sport, della finanaza e dello spettacolo.
Già avvistati al The Box: Kate Moss, il principe Harry, Jude Law, Keira Knightley, Emma Watson, Rachel Weisz, il calciatore Nicklas Bendtner, il campione di cricket Kevin Petersen, innumerevoli uomini d’affari inglesi e russi che riempiono il locale tutte le sere.
Dress code? Super elegante e modaiolo, ovviamente! Le ragazze all’ingresso che attendono di essere accompagnate all’interno indossano leggeri abitini che lasciano intravedere gran parte del loro corpo; noncuranti del freddo, della pioggia o del vento, stanno ritte sui tacchi alti con la sigaretta in mano attente a non rovinare il rossetto rosso che obbligatoriamente colora le labbra di tutte!
Una volta varcato l’ingresso venite catapultati in un mondo illecito dove tutto è permesso. Cosa aspettarsi una volta entrati? Beh questo lo lascio alla vostra immaginazione nella speranza che sia abbastanza fervida…
Solo un piccolo consiglio: se arrossite facilmente non scegliete posti in prima fila!
Il The Box è sicuramente tra le varianti più divertenti, oltraggiose ed esclusive che la nightlife londinese possa offrire al momento!

 

Ludovica Ferrari


Potrebbe interessarti anche