Green

The Green Newspaper: il giornale 100% eco che si pianta e fiorisce

Marco Pupeschi
13 ottobre 2017

Leggere una notizia su carta stampata è un gesto che conserva tutt’oggi un fascino insostituibile. Certo, è un dato di fatto che l’era della rete abbia messo a dura prova uno statement che da Gutenberg in poi sembrava non dover mai conoscere crisi.

Una volta i quotidiani venivano addirittura conservati con cura, oggi vengono cestinati all’uscita della metropolitana, mentre l’informazione passa prima di tutto attraverso gli schermi di smartphone e computer. E se è innegabile che la rivoluzione digitale abbia regalato una svolta del tutto green ai nuovi modi di fare comunicazione – risparmiando in alberi e carta, senza contare i solventi e i prodotti chimici –, c’è da dire che oggi i giornali ecologici non sono più una chimera.

In Giappone, per esempio, è stato lanciato il Green Newspaper, il primo giornale ecosostenibile al mondo e…capace di riservare qualche inaspettata sorpresa!

L’idea è nata dall’estro di una delle agenzie di comunicazione più importanti del Paese, la Dentsu Inc., al servizio dell’editore della celebre testata nipponica “The Mainichi”.

La carta utilizzata per il Green Newspaper è costituita da rifiuti riciclati. L’inchiostro è fatto esclusivamente con sostanze naturali. Dulcis in fundo, il giornale non va buttato, ma piantato e innaffiato fino a quando non si trasformerà in un piccolo giardino fiorito.

La carta piantabile a dire la verità non è un prodotto nuovo, ma esiste già da qualche anno; si tratta di un sapiente mix di carta ecologica e semini di fiori o piante aromatiche, che poi può essere riutilizzata nei modi più creativi. Anziché buttarla via, basta infatti sminuzzarla, interrarla e annaffiarla: nel giro di poche settimane darà i suoi frutti!

Poco ci interessa che il Green Newspaper tratti come argomenti solo piante e giardinaggio, ci piacerebbe piuttosto che l’Italia fosse fra le prime nazione a prendere esempio da questa testata che della difesa dell’ambiente fa la sua parola d’ordine.

 


Potrebbe interessarti anche