Food

The original Cheesecake, born in the Usa!

Silvia Farioli
18 luglio 2014

image_1

4 luglio, festa dell’Indipendenza Americana. Quale ricetta migliore per celebrare questa nota ricorrenza se non quella della New York Cheesecake? Questa variante si differenzia dalle altre per la crema, ottenuta solitamente da crema di latte, uova e tuorli che le conferiscono una speciale consistenza liscia; ma anche per il fatto di prevedere una breve, seppur fondamentale, cottura. In questo caso ho voluto arricchirla con uno dei miei frutti preferiti, tipici della bella stagione: i mirtilli, che oltre a essere buoni hanno anche una forte proprietà antiossidante e antiinfiammatoria. Auguri America!!

Ingredienti per una cheesecake da 10/12 persone:
Per la base
250 g biscotti digestive sbriciolati
80 g burro fuso
Per la crema
125 g zucchero
3 uova
500 g formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)
Mirtilli

Tempo di preparazione: 20 minuti + 4 ore e 45 minuti di raffreddamento

image_3

Procedimento:
Per la base, mescolare i biscotti e il burro in una terrina; quindi distribuire il composto sul fondo di uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro, comprimendolo bene. Cuocere per 10 minuti a 160°C. Per la farcitura, unire lo zucchero, i tuorli e il formaggio spalmabile; amalgamare bene gli ingredienti. A parte montare a neve ben ferma gli albumi, quindi unire al composto di formaggio e in seguito aggiungere i mirtilli. Versare il composto sulla base e infornare per altri 30 minuti circa (il centro della torta deve rimanere umido).
Una volta cotto, non togliere subito il dolce dal forno ma aspettare che si raffreddi per 5 minuti circa, senza aprirlo. Lasciare riposare la torta in frigo per almeno 3 ore. Decorare a piacere, quindi servire.

Silvia Farioli

Silvia Farioli, 27 anni e una passione sfrenata per la pasticceria. Dopo 5 lunghi anni di studi e una laurea in Comunicazione e Organizzazione di eventi, la luce: l’approdo all’Alma – la scuola internazionale di cucina italiana. 7 mesi tra bignè, sfoglie e tartellette, che le hanno conferito il titolo di “Pasticcere professionista”. Curiosa e golosa, è alla continua ricerca di nuovi gusti e sapori con un occhio sempre rivolto alle tendenze della cucina americana.


Potrebbe interessarti anche