Biennale di Venezia 2012 Cinema

“The Reluctant Fundamentalist” e “ Enzo Avitabile Music Life”: al via la Mostra del Cinema di Venezia

staff
29 agosto 2012

Prodotto da Lydia Dean Pilcher, “The Reluctant Fundamentalist” è il film d’apertura di questa 69ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. È un thriller politico, diretto da Mira Nair, basato sul romanzo omonimo del 2007 di Mohsin Hamid, in cui un barbuto pakistano chiamato Changez racconta a un nervoso sconosciuto la sua storia d’amore con una donna americana, e il suo eventuale abbandono dell’America. Il romanzo è diventato un best-seller internazionale fino a raggiungere il 4° posto nella lista dei best-seller stilata dal New York Times nell’aprile 2007. Il film è stato girato tra Delhi, Istanbul, New York, Atlanta e Lahore, e prende vita dal conflitto che può nascere tra il sogno americano di un giovane pakistano e l’insistente nostalgia della terra natale, soprattutto dopo gli avvenimenti dell’11 Settembre. Il cast è piuttosto ricco, con la partecipazione di Kate Hudson, Kiefer Sutherland, Liev Schreiber, Riz Ahmed, Om Puri e Shabana Azmi.

Sempre oggi, alle 22:30, verrà invece proiettata nella “Sala Grande” la prima del documentario fuori concorso “Enzo Avitabile Music Life” di Jonathan Demme, premio Oscar per la regia de “Il silenzio degli innocenti”. Un lavoro che nasce dall’amicizia del regista con il musicista napoletano Enzo Avitabile, del quale esplora la figura fin dalle origini. Non è la prima volta che la musica napoletana anima la Biennale di Venezia: già nel 2010 John Turturro aveva esplorato con “Passione” questo mondo. Le riprese sono iniziate l’anno scorso, e come ha raccontato Avitabile stesso al Corriere del Mezzogiorno: «È un documentario su ciò che faccio ogni giorno. È la vita mia sulla quale Demme ha saputo riflettere con la sua maestria; lavorare con un premio Oscar è stato un grande onore, un momento di conoscenza, di scambio, un tentativo per capire tacitamente la grandezza degli altri artisti».

Giorgio Raulli


Potrebbe interessarti anche