Men

The Sartorialist per Roy Roger’s

Martina D'Amelio
15 gennaio 2016

copertina-roy-rogers-sartorialist-colllezione

L’attesa collaboration tra Scott Schuman, fotografo di street style meglio conosciuto come The Sartorialist, e Roy Roger’s si aggiudica di diritto un posto tra le novità più hot presentate a Pitti Uomo 89.

La capsule collection per l’autunno-inverno 2016/2017 è ispirata agli anni Settanta: una serie di capi rielaborano in chiave moderna l’epoca cult, dai pantaloni a vita alta e larghi in fondo alla maglieria dal taglio corto. Se il denim è protagonista, come nella migliore tradizione del marchio del gruppo Sevenbell, il maxi parka verde militare diventa pezzo iconico della collezione, in puro stile Seventies.

Ma cosa lega Scott Schuman e Roy Roger’s? In primis un concetto di moda basato sul valore dell’interpretazione personale: «Mi ha sempre affascinato la visione pioneristica di Scott Schuman, che attraverso il suo vigile obiettivo ci mostra ciò che indossa la gente comune nella vita quotidiana» ha dichiarato Guido Biondi, direttore creativo del gruppo. «Anche nella storia di Roy Roger’s, la gente, la strada sono da sempre la prima fonte di ispirazione ed è da qui che, ancora oggi, parto quando devo creare una nuova collezione».

La passione comune per il denim ha fatto il resto, come sottolineato da Scott Schuman: «Sin da subito sono rimasto colpito da Guido, per la passione e conoscenza del denim che ha e per la sua apertura mentale nel creare una collaborazione che portasse il mio nome in maniera speciale e non ordinaria».

Il progetto tra il photo-blogger e il brand italiano, interamente realizzato con materiali d’eccellenza provenienti dal territorio fiorentino, andrà avanti per le 2 prossime due stagioni.

 


Potrebbe interessarti anche