Tech

The social experiment

Giulio Stella
17 luglio 2015

facebook-rainbow-social-experiment

Piú di 1 milione di persone hanno cambiato la loro foto profilo in segno di supporto alla storia decisione della Corte Suprema americana che ha riconosciuto il diritto al matrimonio anche tra persone dello stesso sesso.

Fino a qui tutto ok, salvo che, stando aquanto scrive il Daily Mail, il link Facebook.com/celebratepride creato per permettere agli utenti di modificare la propria foto profilo, non fosse altro che un test.

Cesar Hidalgo, uno scienziato del Massachussets Institute of Technology (MIT) ha pubblicato questa foto sul proprio profilo avanzando dubbi sulla scopo reale ci Celebrate pride.

 

hidalgo

Gli esperti sostengono che con questo strumento Facebook è stato in grado di raccogliere insights importanti sul comportamento degli utenti online. Non é certo la prima volta che Facebook fa una cosa del genere, già nel 2013 infatti aveva pubblicato uno studio nel quale i rappresentanti del social network avevano ammesso di aver condotto ricerche su quale fattore avrebbe indotto gli utenti a cambiare foto profile in segno di sostegno ai matrimoni tra persone dello stesso sesso.

celebrate-pride-facebook

Suzy Moat, professore alla Warwick Business School e specializzata in scienze comportamentali, afferma che sia normale che Facebook conduca ricerche su come influenzare il comportamento online, e aggiunge anche “è normale che gli utenti siano arrabbiati, sempre ammettendo che Facebook abbia davvero manipolato il loro comportamento online senza il consenso degli utenti”.
Facebook nega la responsabilità e un portavoce afferma: “questo non era un esperimento, era uno strumento che è stato messo a disposizione per permettere agli utenti di esprimere il proprio sostegno per un traguardo cosi’ importante per gli Stati Uniti d’America”.

Ma nel frattempo, quanti hanno utilizzato la app celebrate pride? Se l’esperimento non era premeditato, il caso è nato ugualmente di certo.


Potrebbe interessarti anche