Advertisement
I nostri blog

The Starbucks Beauty Treatment

staff
29 giugno 2011


Ho recentemente riscoperto il caffè. Saranno stati gli esami, sarà stato il lavoro o chissà cosa. Mi trovo ad apprezzare non solo l’espresso alla mattina ma il profumo del caffè.
Pensavo questa mattina a quanto mi mancasse Starbucks. Quando vivevo a Londra era l’appuntamento della domenica mattina, o della pausa pranzo se avevo abbastanza tempo. Ci si svegliava si andava al Queen’s Park Farmer’s Market, si comprava la verdura e la frutta buona per cucinare per la “famiglia” allargata dei miei 5 coinquilini adorabili e dopo la faticaccia, con le buste della spesa ci si fermava a prendere un caffè shakerato e un muffin come colazione.
Siccome qui in Italia Starbucks non c’è ho pensato: “Perché non crearmi da sola il mio momento Starbucks?”. Per citare una YouTuber e Blogger Adora-bile che seguo da qualche anno, Adora Batbrat, lo farò diventare il mio ‘Rituale del venerdì’ anche se oggi è mercoledì!
Cominciamo la giornata con una bella doccia. Cosa c’è di meglio per darsi una svegliata che uno scrub al caffè?
Cinnamon-Coffee Sugar Scrub:
1 parte di zucchero di canna grezzo
1 parte di zucchero bianco
3 cucchiai di caffè, meglio se quello per la moca,
1 cucchiaio di cannella
Olio baby a piacere.
Procedimento: mischia il tutto in una ciotola portalo nella doccia con te, inumidisci la pelle e comincia a strofinare! Non solo il caffè sprigionerà un profumo buonissimo, ma la caffeina strofinata sulla pelle è un ottimo incentivo alla micro-circolazione sanguigna. Un plus per le mie amiche pallide, per un momento vi sembrerà di essere vissute per una vita ai Caraibi, infatti il caffè lascerà un po’ di colore che (purtroppo) andrà via con il risciacquo!
Come proseguire se non con un ottimo caffè?
Shaked Cinnamon Morning Coffee:
200ml di caffè americano o espresso a piacere.
Una manciata di cubetti di ghiaccio
Zucchero di canna integrale
Cannella a go-go
Procedimento: prendere il caffè, se ci si è dimenticati di farlo la sera prima non è un problema, basta che non sia proprio bollente, metterci un cucchiaio di zucchero e farlo sciogliere bene. Versare il tutto in un blender/frullatore assieme ai cubetti di ghiaccio e alla cannella a piacere. Azionare il frullatore a massima potenza in modo da spaccare tutti il ghiaccio e far raffreddare bene il composto. Inutile dire che se utilizzate la macchinetta per fare il caffè in capsule esce una cremina sorprendente.
Come accompagnare un caffè così buono se non con degli ottimi cookies stile Starbucks???
Salted Caramel Oat Cookies
Riporto le misurazioni in dl di farina e zucchero dalle “cups” in stile americano, il trucco è prendere un misurino per liquidi e riempirlo fino alla quantità desiderata di ingrediente come se fosse liquido!
1dl di zucchero
1,5 dl di farina
1 dl di avena
100gr di burro
1 cucchiaino di lievito istantaneo
Più: altri 100 gr di zucchero per il caramello e un pizzico di sale.
Procedimento: battere lo zucchero con il burro a temperatura ambiente finché non diventa spumoso. Nel frattempo far sciogliere lo zucchero in un padellino su una fiamma bassa. Il trucco per fare il caramello bene è non toccarlo! Quando si vede che sta fondendo ai lati allora aspettare ancora un minuto e cominciare a mescolare. Se vengono dei grumi non è un problema, finirà tutto nei biscotti. Versare il caramello fatto su della carta forno e lasciar raffreddare. Una volta duro spezzettate il caramello ed eventualmente battetelo con in pesta carne per farne una granella non troppo fine. Incorporate questa allo zucchero e burro con un pizzico di sale. Aggiungere il lievito, la farina e l’avena e mescolare assieme. Verrà un pastone di una consistenza particolare. Nel frattempo pre-riscaldare il forno a 190° se possibile ventilato. Dividere l’impasto in piccole palline schiacciate su una leccarda ricoperta di carta forno, lasciando un po’ di spazio tra di esse perché si rischia di trovarsi con un enorme solo biscotto. Cuocere 10/15 minuti e lasciare raffreddare. Solo quando saranno ben freschi allora prenderanno una consistenza dura. Servirne due su un piattino, se non sono appena sfornati, riscaldarli 10 secondi al microonde per dargli quella consistenza “chewy” da vero cookie anglo-sassone/americano che dir si voglia!
Ecco qua il trattamento di bellezza per questa settimana, per sentirsi belle fuori e felici dentro!

 

Iashy