The Voice of Italy: vince Fabio Curto

Elisabetta Pacifici
28 maggio 2015

01

È iniziata la finale di The Voice of Italy con i quattro finalisti che tra diverse sfide sono riusciti ad arrivare fino a questo punto. Ognuno ormai ha il suo preferito e la gara inizia nonostante le capigliature dei presentatori e gli outfit dei coach.

Il primo ad esibirsi è Thomas Cheval del Team Noemi, canta elegantemente “You give me something”, ma questo non basta a far emerge la canzone, troppo debole per lui. Il look di Pelù è una delle caratteristiche migliori della serata, lo stile Steampunk gli dona particolarmente ed ora tocca alla sua perla nera Roberta Carrese: con “Almeno tu nell’universo”, sfiora corde profonde e fa commuovere anche i più duri d’animo. La dolcezza di Carola Campagna contrasta con la sfacciataggine dello zio J-Ax e con “I want you back” mostra senza filtri il suo talento. Lui arriva sul palco e già il carisma si sente anche attraverso lo schermo: no non stiamo parlando di Roby Facchinetti, ma del suo finalista Fabio Curto, una voce rude, grezza, vera con “Father and son”.

La sfida non finisce qui, i ragazzi dovranno esibirsi con i loro coach. Ad iniziare è l’inconfondibile voce di Noemi che, insieme a Thomas, emozionano cantando “Angels”: lui giallo, lei rossa, e sul palco le fiamme scaldano tutti. Il Rock di Pelù spacca e gli U2 sono la scelta migliore per un duetto con Roberta; il carisma di Piero porta sul piedistallo anche la giovane ragazza. Una favola della Disney vede come protagonisti J-Ax e Carola con “L’isola che non c’è”, insieme affiatatati come nessuno hanno trasmesso tenerezza senza fine. Tra le urla del padre e il finto suono della chitarra del figlio, il migliore è Fabio Curto che in bravura supera i suoi Coach.

Il momento degli inediti è il più importante, gli artisti si esibiscono e mettono a nudo le loro particolarità. Il pezzo di Thomas assolutamente radiofonico, orecchiabile e canticchiabile, fa sorridere oltre la sua giacca anche chi lo ascolta. Riuscirà a conquistare il pubblico con “La sua conquista” la grintosa Roberta Carrese? Nel testo si sente lo zampino strong di Piero Pelù. Pulita, limpida la voce di Carola con il suo brano “Se Solo”, già colonna sonora di un cartone Disney al cinema, un successo meritatissimo. “L’ultimo esame” è l’inedito di Fabio Curto, voce e chitarra, emozioni e sensazioni risuonano nello studio.

06

L’ansia continua a salire, il verdetto è vicino, ma prima c’è l’esibizione dei finalisti con Tiziano Ferro: inutile dire che la voce del grande artista sovrasta chiunque ma è comunque una buona pausa prima dell’attesissimo momento dell’eliminazione.

Vanno avanti per la prossima fase Fabio Curto, Carola Campagna e Roberta Carrese, ad abbandonare la gara è Thomas , con la disperazione della sua coach Noemi, arrivata ultima anche in questa edizione di The Voice of Italy.

Esplode sul palco Roberta con “Pensiero Stupendo”, torna indietro nel tempo ma la pelle d’oca dei coach, ed anche nostra, è la stessa delle blind audition. Il Team J-Ax si tinge di fiori e vola tra le note insieme a Carola, una carezza lieve. L’esatto opposto è Fabio Curto che arriva potente alla bocca dello stomaco vestendo alla perfezione “Take me to Church”.

Anche se potrebbe sembrare la versione in miniatura di Belen sul palco di The Voice, come ospite internazionale si esibisce Ariana Grande. Le domande del presentatore ai coach per l’attesa della busta sono sempre più scontate, restano in gara i due talenti Roberta Carrese e Fabio Curto.

De Andrè cantato dalla voce di Roberta è da lacrime, lo stampo maschile viene trasformato dall’energia estremamente femminile della ragazza. Tutti aspettano in piedi in sacro ascolto l’esibizione di Fabio Curto, anche i ballerini non fanno un passo, la sua voce basta a riempire lo studio.

07

Dopo tutti i ringraziamenti, i due ragazzi sul palco sorridono nervosamente e noi insieme a loro odiamo fortemente questo momento di suspense veramente lungo.

Vince The Voice of Italy 2015 Fabio Curto e le urla di Facchinetti rendono sorde il resto delle persone nello studio. Ha vinto una grande voce che ascolteremo prestissimo ovunque ma anche una grande persona: “ringrazio gli occhi di mia madre” , questa frase dice molto di lui.