Cinema

The War – Il pianeta delle scimmie: Cesare contro tutti

Michela D'Agata
20 luglio 2017

Diretto e cosceneggiato da Matt Reeves, The War – Il pianeta delle scimmie è il terzo ed ultimo film della saga reboot iniziata nel 2011 da Rupert Wyatt e il nono dell’intero media franchise Il pianeta delle scimmie.

Per chi non sapesse nulla dei precedenti capitoli facciamo un piccolo recap alla buona: un virus creato inizialmente per curare l’Alzheimer ha fatto strage di civili e contemporaneamente permesso alle scimmie di sviluppare una super intelligenza umana. I sopravvissuti al virus si trovano a dover combattere contro questa nuova e pericolosa  specie di primati.

Molto acclamato dalla critica, questo episodio racconta la storia di Cesare, condottiero delle scimmie  che, per vendicarsi delle sconfitte subite dai suoi simili ma soprattutto delle perdite subite dalla sua stessa famiglia, decide di dichiarare guerra agli esseri umani.

Umani che sono capitanati dallo spietato Colonnello, di nome e di fatto, interpretato da Woody Harrelson, colpevole delle uccisioni avvenute nel branco di primati ed ostinato a non cedere il pianeta al controllo delle scimmie, gran parte delle quali sono state messe da lui stesso in condizioni di schiavitù.

Cesare è il protagonista assoluto di questa saga, grazie ad Andy Serkis, mago della motion captures, che ha vestito i panni sia di Gollum nel Signore degli Anelli che del King Kong di Peter Jackson. Il personaggio ha infatti assunto uno spessore ed una espressività sorprendenti: l’espressione umana e lo sguardo così intriso di sofferenza, ma anche di rabbia per le ingiustizie subite, lo rendono un personaggio emotivamente  coinvolgente e psicologicamente molto interessante. Cesare, difensore dei primati  oppressi, è un comandante giusto e retto da principi morali molto saldi, che però sono ora messi in discussione. Appare ormai lontano ed utopico il progetto da lui sempre rincorso di potersi riappacificare con la razza umana. Deve pensare solo al bene della sua specie per poterla salvare e lo scontro è inevitabile.

Incredibili poi sono le scenografie e la fotografia della pellicola, con lande deserte e innevate accompagnate da atmosfere cupe e a tratti western, con scimmie armate che viaggiano a cavallo. per non parlare poi degli effetti speciali, assolutamente di grande impatto.

Una piacevole sorpresa che saprà far ricredere anche i più scettici.


Potrebbe interessarti anche